19 giu 2009

Omicidio a Montesanto.

Ho visto e rivisto le immagini, dalle quali sono rimasto molto turbato. Cercando on line ho letto diversi articoli sull'argomento. Ho provato a farmi un'opinione in modo lucido, ma non trovo termini più adeguati di VERGOGNOSO per commentare quello che è successo.

Inizialmente mi son detto: forse la paura per il raid ha fatto avere reazioni che lucidamente nessuna di quelle persone avrebbe normalmente. Poi ho messo in dubbio questa affermazione dopo aver visto le immagini. Poi un altro dubbio: e se quella persona non fosse stata rumena? Altro dubbio ancora: chi abita a Napoli sa bene che a cento metri dalla stazione c'è il "Vecchio Pellegrini" che è un ospedale. Come mai è arrivata una sola ambulanza dopo un po' di tempo e per due feriti?

Dediche personali:
1) A tutti i presenti dal minuto 1.04 al minuto 1.55, ma in particolare al signore rotondetto in maglia rossa (si vede per la prima volta, rimane vicino a Petru per almeno 20 secondi, ed in zona ulteriori 30 prima di scappare in modo vile dinanzi all'altrui morte): visto che non eri in preda al panico, dato che il tempo di fare il biglietto il signore l'ha trovato e ha fatto passare 50 secondi prima di scappare, hai anche trovato il tempo di guardarlo negli occhi e di accorgerti che era ferito, ma hai trovato il tempo anche di vergognarti? Troverai il tempo di spiegare alla ragazzina con te come ci si comporta nella vita? Hai trovato anche il tempo per sapere che è vergognoso che nè tu nè nessuno dei presenti ha avuto la presenza di spirito di chiamare un'ambulanza?

2) Alla signora di bianco vestita (minuto 2.00): 42 secondi per rammaricarsi? Poverino, vero? Bah che città infernale.

3) Recordman il signorotto che entra al minuto 2.23 e se ne esce al minuto 2.28: 5 secondi per capire che: era rumeno, stava morendo, non era un bel momento per prendere la funicolare e che se la poteva fare a piedi.

4) Splendido anche il signore che al minuto 2.14 entra in scena con cellulare (ultimo modello?) e buste al seguito: ha avuto la lucidità di entrare, guardarsi intorno, vedere il moribondo, accorgersi che alla fine era più importante la sua telefonata, e tempo 15 secondi non ha trovato di meglio da fare che andarsene.

Se Napoli è anche considerata una città di merda da qualcuno è anche per questo. Io mi dissocio da queste quattro persone che hanno dimostrato di risiedere indegnamente in questa città, come la loro presenza sarebbe sgradita in qualunque altro posto civile. Non è loro compito combattere la camorra, evento criminale e ulteriormente indegno di un posto che dovrebbe essere civile, in quanto tale compito è dello stato. Ma chiamare un ambulanza è cosa da poco. Confortare un moribondo è carità nel senso migliore del termine. L'indifferenza è un brutto male.
Articoli o blog correlati
Il Blog di Umberto
Il Corriere del Mezzogiorno
Così muore un innocente nell'indifferenza di Napoli (Francesco Merlo)

3 commenti:

  1. Ciao Sandro. Sottoscrivo pienamente tutti i tuoi commenti rivolti a questo tipo di "gente". Purtroppo non so cosa si prova ad essere napoletano e guardare un video del genere. Deve proprio far male! Se davvero è così allora mi congratulo, vorrà dire che sei diverso dagli infami del video. Saluti!

    RispondiElimina
  2. Confermo: fa male. Fa talmente male che ho impiegato diversi giorni a scrivere il post. Non riuscivo a riordinare bene le idee.

    Fa male perché adesso tutti coloro che vogliono denigrare i napoletani hanno buon gioco.

    La mia è una sorta di reazione allergica sia all'indifferenza, sia alla criminalizzazione collettiva: spero solo che non rimanga isolata.

    RispondiElimina
  3. ps. Ti ringrazio per le congratulazioni: vuol dire che allora si coglie la differenza.

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop