22 ott 2009

Se su Facebook il fatto si fa serio.

Relativamente alle minacce ricevute da Silvio Berlusconi su un gruppo presente su Facebook, trovo vergognoso minacciare di morte qualcuno (indipendentemente se sia Berlusconi o meno, anche perché da quanto ho appreso informandomi on line, non è l'unico ad aver ricevuto questo tipo di minacce). C'è da vergognarsi, oltre che da temere penalmente, anche se non se ne condividono i modi, i toni e le opinioni di chi si minaccia, non è una scusante, e sicuramente non penso che siano fan club di Berlusconi quelli che inneggiano alla sua morte.

Analogamente trovo quanto meno di dubbio gusto esagerare, scherzare o provocare in tal senso (solo qualche giorno fa un {ex} dirigente del PD evocava molto infelicemente ques'ipotesi, e per fortuna è stato cacciato via a calci nel deretano).

Ferrero sul tema ad AffariItaliani.it dichiara: È una stupidaggine. È semplicemente una sciocchezza, dovuta al fatto che su Facebook, come sulla mail, si dicono delle cose che non si scriverebbero mai su un foglio di carta stampata. Veramente, è una stupidaggine. A mio parere non c'è alcun allarme. Siamo in un paese assolutamente non violento da questo punto di vista

Ferrero dimentica in modo estremamente colpevole alcune cose: lettere, mail e conversazioni personali rimangono private, quindi hanno una portata estremamente limitata, ma un gruppo su Facebook che raggiunge diverse migliaia di persone non ha una portata limitata, e quindi si può pretendere l'ovvio rispetto delle leggi italiane, e quindi certe cose si farebbe bene ad evitarle, chiunque sia il destinatario.

2 commenti:

  1. gli amministratori del profilo vanno denunciati così come dovrebbero essere denunciati quelli che hanno aperto profili in cui si "invoca" la morte di altri tizi...che coglioni

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop