27 dic 2014

Esser ricchi non autorizza al disprezzo.

BARENBOIM
Il M° Barenboim ha giustamente interrotto il concerto alla Scala, poco dopo averlo cominciato, per rimproverare chi aveva avuto la scellerata idea di fotografarlo con annesso flash.

Tutto ciò è specchio del paese, che all'esser vestiti bene e all'esser ricchi quasi da far schifo associa la possibilità di far ciò che desidera, in spregio del lavoro altrui. 

Come per il ritardo di cinque minuti che il sovrintendente alla Scala Alexander Pereira voleva introdurre cinque minuti di tolleranza per i ritardatari (alla Scala non si entra a sipario aperto, occorre attendere l'intervallo) con la scusa che non è piacevole che chi paga tanti soldi non possa godere lo spettacolo: ma tale sciocchezza sposta solo di cinque minuti il problema, visto che chi ritarderà di sei minuti si ritroverà con un minuto di ritardo sulla tolleranza e perderà lo spettacolo.

Se il teatro, e anche il cinema, è cultura che lo siano fino in fondo e insegnino il rispetto per il lavoro altrui, per i soldi che si spendono, per le persone in sala che ugualmente hanno speso i propri soldi per essere alla Scala (o in qualunque teatro essi siano) oltre che il rispetto per la puntualità.

26 dic 2014

Mancato «attacco spam».

Nonostante il fatto che chiunque possa commentare sul blog, lo spam non è eccessivo, e di tanto in tanto ne capita qualcuno. Ma ieri sera è capitata una cosa strana: occhiatina al filtro antispam del blog e noto una ventina di commenti spam nell'arco di poche ore, la maggior parte arrivati peraltro nello stesso momento (alle 22:53) e alcuni anche stanotte. 

È la prima volta che mi succede una cosa simile, ma almeno ho avuto conferma che il filtro funziona bene, visto che ne è passato uno solo in moderazione, e la cosa tutto sommato mi tranquillizza, anche se non so spiegarmi del tutto questo «attacco spam».

25 dic 2014

Buon Natale a tutti

Non so voi ma io odio due tipi di auguri di Natale (e di buon anno). In primo luogo quelli mandati in serie: in quanto persone che non si fanno mai sentire si ricordano solo di avere il tuo numero in rubrica, e quindi mandano sms stereotipati e generici senza nemmeno rendersi conto di cosa scrivono. Peggiori, poi, sono quelli che adoperano la variante delle catene di Sant'Antonio, ma temo che la cosa non sia ancora divenuta illegale, ma solo fastidiosa.

Poi ci sono quelli che si fanno prendere dai rimorsi e recuperano con «buone feste fatte», un modo gentile per dire: «mi son scordato di farti gli auguri e rimedio». Solo che il rimedio è peggiore del male, a mio avviso: se non mi arrivano gli auguri io di sicuro non mi offendo, e chissà che anche quel «buone feste fatte» non sia mandato in serie a tutta la rubrica.

Intanto cerco di non pensarci ulteriormente. Intanto buon Natale a tutti voi. 

24 dic 2014

Mini rivoluzione tariffe a Napoli.

Dal 1° Gennaio 2015 ci sarà, nel trasporto pubblico napoletano, una mini rivoluzione che riguarderà i biglietti. Fino ad oggi, dal tempo di Bassolino, c'era la tariffa integrata: paghi 1,30 € e per 90 minuti puoi prendere tutti i mezzi pubblici che preferisci. Dopo 90 minuti dei obliterare un altro biglietto da 1,30. Se per caso non ti tieni per il comune di Napoli, ma per esempio vai a Pozzuoli, paghi 1,70 € e vai tranquillo per 120 minuti. 


09 dic 2014

Nina Moric: bei tempi quando i panni sporchi si lavavano in famiglia.

NINA MORIC
Lo scazzo tra Nina Moric e Paola Perego in diretta domenica scorsa, che a distanza di un paio di giorni vedo ancora fomentare alcuni dibattiti, è solo l'ultimo atto della netta smentita del vecchio adagio secondo cui i panni sporchi si lavano in famiglia.

Mi spiace è solo per quel povero piccolo che si ritrova in mezzo a 'sta caciara.

30 nov 2014

Il selfie di zio Hosni

Ecco il selfie dell'anno....fresco fresco di assoluzione anche zio Hosni si dà alla moda del momento (via Nonleggerlo)

Non è stanchino solo Grillo.

BEPPE GRILLO
Due paroline sul Movimento 5 Stelle, specie in virtù dell'astensionismo in Emilia Romagna (e nelle votazioni online). 

Sull'astensionismo in Emilia si è detto e ridetto, non ho molto da aggiungere, sulle votazioni online mi ha aperto gli occhi Nagasaki su Libernazione ricordandomi come la media di astensionismo nelle votazioni online sia negli ultimi mesi attorno al 60%.

20 nov 2014

Balotelli fa ancora notizia?

Fa notizia il fatto che Balotelli potrebbe aver litigato con Antonio Conte, e c'è ancora gente che se ne meraviglia. Ma se ci pensate fu scartato dall'Atalanta per motivi disciplinari, mai veramente appianati. E fin quando hai 17/18 anni si ha la speranza che con la maturità si cambi, ma a 25 anni è già diverso, non dimenticando che gente come Bergomi, nell'82, fu campione del mondo giocando titolare tre partite (finale compresa) e aveva soli 18 anni.

Balo è sempre stato sopravvalutato, fin da giovane: apparentemente fu scartato dal Barca a 17 anni per motivi economici (ma non mi meraviglierebbe sapere che anche lì non fece una buona impressione caratterialmente). Tutto sommato Balo non ha mai fatto in campionato più di 15 gol. Come un normale attaccante di serie A. E come tale andrebbe considerato.

Per una volta non posso dare ragione ad Antonio Conte: Balo andrebbe educato. Conte non ha tempo, ma se non ci son riusciti gente come Mancio, Mourinho, Allegri e Prandelli, dubito che ora la situazione sia recuperabile.

Ciao ciao Balo, ci rivediamo quando tornerai coi piedi per terra, semmai riuscirai. 

18 nov 2014

Mentre ci indicano la cometa qualcuno guarda la camicia....

LA CAMICIA DI MATT TAYLOR
Matt Taylor, il fisico britannico che ha contribuito alla missione sonda Rosetta, si è presentato in conferenza stampa con una camicia giudicata misogina solo perché sopra aveva disegnata delle pin up. 

Le successive scuse in lacrime sono solo la punta dell'iceberg che vede misoginia anche nella goffagine un po' pacchiana magari (ora pare si dica nerd o addirittura nerdissimo nella sua versione superlativa).

Ci stiamo dirigendo verso una sorta di metonimia gigantesca: ciò che urta la sensibilità di una parte è come se offendesse tutti, ciò che non piace ad uno o a pochi è come se non piacesse a nessuno. 

Non vorrei che a procedere in tal modo si perdessero le proporzioni reali dei problemi.


11 nov 2014

Video ad minchiam

In alcuni casi mi chiedo se sia il caso di lasciare il libero utilizzo della Rete. Penso a coloro che postano i video con «10 minuti di...»... divertitevi con un assaggio.

09 nov 2014

Veronica Maya e le tette recidive.

Mi rendo conto che per molti di voi l'argomento tette di Veronica Maya sia decisamente allettante, mentre altri, invece, ipocritamente si scandalizzano e si sorprendono per l'accaduto, ma mi spiace dirvi che se indossi vestiti succinti, estremamente scollati e, per di più, hai un seno abbondante, ebbene sì: ti escono le tette di fuori. Dunque niente «imprevisto hot» niente «topless a sorpresa» niente «incidente sexy»: vi prego di smettere di essere ipocriti.

È già "grave" (per modo di dire s'intende, visto che me ne frega un piffero che Veronica Maya stia tette al vento) che non prevedi di rimanere nuda la prima volta che ti proponi in tal modo, ma se già nel 2006 ti è capitato qualcosa di simile, a ripetersi nel 2014 mi spiace deludervi, ma è solo un trucchetto per far diventare virale un momento e farsi tanta, ma tanta, pubblicità aggratis. 

Adesso potete, se vi va, tornare a guardarvi le tette di Veronica Maya.


p.s. O pensate che per una trasmissione che va in prima serata non abbiano fatto nemmeno una prova con i vestiti di scena?

04 nov 2014

Morte dignitosa.

BRITTANY MAYNARD
Monsignor Carrasco, sulla morte di Brittany Maynard (malata terminale di tumore al cervello), sostiene che è morta senza dignità. Non so il vostro concetto di dignità, ma il mio concetto di dignità rifugge la sofferenza disumana, del malato e per certi versi anche dei suoi cari, rifugge l'accanimento terapeutico che è tale proprio perché ormai non c'è più speranza.

Probabilmente il mio concetto di dignità è diverso da quello di Monsignor Carrasco.

28 ott 2014

Mai stato un figlio unico solitario.

Leggo dell'iniziativa intitolata «Two of us» di Fan Shi San che intende immortalare la solitudine dei figli unici, «vittime» della politica di controllo delle nascite in Cina, volendo trasmettere senso di solitudine.

19 ott 2014

Matrimonio in un centro commerciale: e se si fossero conosciuti nei cessi di una discoteca?

MATRIMONIO CENTRO
COMMERCIALE CAROSELLO-
FOTO LA PRESSE
Alessanda Grazioso e Pierpaolo Apuzzo si sono sposati in un centro commerciale: in assoluto il primo matrimonio di questo tipo. La proposta di matrimonio era avvenuta in pubblico, dinanzi a tutti quando Pierpaolo sul palco riceveva il percorso dimagrimento che aveva vinto: prende l'anello e fa la proposta di matrimonio alla sua futura moglie.

Solo per inciso: trovo un tantino megalomane una cosa simile, ed anche un pizzico ricattatoria. Sia perché lo sputtanamento dei sentimenti mi provoca potenti attacchi di bile, sia perché immaginate quella povera donna se avesse voluto dire no, o ni, oppure ci penso un po'. 

10 ott 2014

Pessimo modo di scherzare.

Per la cronaca non ho mai infilato un compressore nel culo a nessuno, né per scherzo né seriamente. Non è il mio modo di scherzare, e così non è il modo di scherzare di molte persone.

Mi sento vagamente sfottuto a sentirmi raccontare che, poverino, quel tizio che ha inchiappettato quel povero ragazzino con un compressore lasciandolo in fin di vita è un bravo ragazzo, che non deve esser sanzionato perché scherzava, che ha chiamato l'ambulanza e poi s'è consegnato spontaneamente. Cos'altro doveva fare, finirlo con un'ascia?

Per favore tacete e rispettate il dolore altrui, e nel frattempo andatevene cortesemente a  quel paese. Grazie.

08 ott 2014

Buonanno e i gay....

Mentre in Italia il ministro Alfano chiede la cancellazione dei matrimoni gay avvenuti all'estero e riconosciuti in Italia, a Bruxelles s'è svolto il concerto della cantante Conchita Wurst, alias Thomas Neuwirth, davanti al Parlamento Europeo.

01 ott 2014

Kim Jong Un e i tacchi

Da giorni il mondo si preoccupa della salute di Kim Jong Un, dittatoruncolo nordcoreano che dal 3 settembre non si presenta in pubblico, salvo poi scoprire che a quanto pare è caduto dai rialzi nelle scarpe.

Più questi dittatoruncoli sono insignificanti più cercano di modificare artificiosamente la loro immagine: presto o tardi vedremo il culto dell'immagine al massimo dello splendore. Niente rughe ed immagini fittiziamente sorridenti.

In linea di massima un modo assolutamente ridicolo di porsi: che se non fossero dittatori, dovrà convincesene Razzi, ci sarebbe da scompisciarsi, d'altronde i toni da barzelletta ci sono tutti. 

Immagino quest'essere incapace di camminare anche coi rialzi che d'improvviso cade malamente a terra soccorso dai suoi lecchini di prima categoria tra scene di panico e pianti a dirotto. Poi il viavai di medici e consulti per visitare ed operare le sante caviglie. 

Come avrei voluto esserci per scompisciarmi. Ma è meglio che mi scompiscio da qui, a debita distanza, altrimenti adesso sarei in pasto ai cani.

17 set 2014

Biblioteca di un certo livello...

Testi imperdibili che ogni biblioteca  di un certo livello dovrebbe contenere (fonte Mazzetta)

16 set 2014

Buonanno show.

Buonanno, parlamentare europeo della Lega Nord, oggi ha provveduto a farsi riconoscere anche all'estero. Gianluca Buonanno non è nuovo ad iniziative a dir poco ruspanti: nel 2011 disse che la prova dell'esistenza della Padania è il Grana Padano, nel 2013 ha definito Sel come l'abbreviazione di Sodomia e Libertà.

Oggi, intervistato da NTV, televisione russa, se ne esce con una cosa del tipo «Ai dont laik de omosessual» oltre a cicciarsi anche la foto del Vladimir che più ama. Non Luxuria, dunque, ma Putin.

13 set 2014

Il Minzolini litigioso ...

Gironzoli un po' su Twitter e trovi il Senatore Minzolini un po' litigioso .... (ah c'ha tenuto ad avvisarmi, bontà sua, che può dire anche di peggio).

11 set 2014

Salvini e gli orsi.

Nel 2011, la Lega Nord festeggiava con carne di orso, si suppone ucciso e poi cucinato a meno che non se lo siano mangiato vivo. Matteo Salvini, segretario della Lega, oggi prende posizione sull'uccisione dell'orsa Daniza, in Trentino.

10 set 2014

Se volete preparare i piatti preferiti di Gesù correte in edicola...

In edicola con DiPiù le ricette per i piatti preferiti di Gesù …. no words




Fonte: Davide Montesanto.

Bissell. Mangiamo anche per terra.

Questo brand manager della Bissell, azienda che produce aspirapolveri, se n'è andato tomo tomo, cacchio cacchio nella metro di Toronto, ha pulito una mattonella di una delle banchine e per dimostrare che l'aspirapolvere effettivamente pulisce, ci ha mangiato la pasta al sugo, con annessa scarpetta, nel disgusto generale.

07 set 2014

Bifolco. Una vicenda da cui nessuno ne esce vincitore.

Non prendo posizione su chi abbia vinto o perso nel caso del ragazzo morto perché non s'è fermato all'ALT dei Carabinieri. Non lo faccio perché molte cose sono ancora da stabilire  ed anche perché non è poi così facile farlo.

Non vince il ragazzo che non s'è fermato all'ALT né i suoi amici, perché viaggiavano in tre, senza casco e su un mezzo senza assicurazione. Forse non vince nemmeno il carabiniere, che nell'ipotesi migliore (o la meno peggiore), s'è rovinato la vita avendo accidentalmente ucciso un ragazzo di 17 anni (se avesse sparato volontariamente, non c'è che dire che la sua reazione sarebbe stata senza dubbio eccessiva e sproporzionata rispetto all'accaduto).

Non vince chi commenta schierandosi da un lato o dall'altro prima di avere le idee chiare prima ancora che venga fatta l'autopsia. Non vincono nemmeno i familiari di Davide Bifolco che, nel loro dramma, comprensibilmente si scagliano contro chi ritengono l'autore di una disgrazia.

Non vince chi specula su questo ennesimo triste episodio parlando e sparlando di Napoli senza conoscerla, senza comprenderla e - quel che è peggio - per il puro gusto di offendere e di mortificare. In questa sconfitta collettiva, spero che non sia del tutto persa qualche seppur misera possibilità di riprendersi.

02 set 2014

La follia di Facebook under 13

Leggo che sarebbe in preparazione una versione under 13 di Facebook, la qual cosa mi lascia enormemente perplesso, se fosse confermata dai fatti. 

Va premesso che già ad oggi accedere a Facebook sotto i 13 anni è possibile: come ogni altra piattaforma che sottomette la verifica dell'età ad un'auto-dichiarazione, è possibile mentire sostenendo di avere più di 13 (o più di 18 anni ad esempio per alcuni contenuti You Tube), il tutto senza che nessuno se ne accorga. Dato confermato dal Consumer Reports, nel 2011, 7,5 milioni di under 13 su Facebook.

In secondo luogo occorre chiedersi: è giusto accedere ai social network così piccoli? Lasciatemi essere perplesso, specialmente laddove non sussiste un procedimento di alfabetizzazione telematica che consenta di conoscere lo strumento tecnico ma anche il comportamento più corretto da tenere in Rete (che, il più delle volte, è simile al comportamento da tenere nella vita reale).

Prima di ampliare la quantità degli utenti, forse sarebbe il caso di migliorare la quantità delle loro conoscenze.

30 ago 2014

La prossima volta tacete tutti.

Dopo la finale di Coppa Italia dello scorso 2 maggio, quella per intenderci che consegnò agli onori della cronaca e dei social network Genny 'a carogna, oltre all'ennesima figura meschina che abbiamo fatto - altro che uscire ai gironi dei mondiali - ci furono tutta una serie di dichiarazioni di circostanza sulla gravità dell'accaduto e sul da farsi.

20 ago 2014

Bufale assortite sulla Reggia di Caserta. Controllare era così difficile?

Il sole ferragostano ha fatto male ai giornalisti del Corriere del Mezzogiorno, in particolare a Valeria Catalano, che tra il 14 e il 15 agosto sia nella versione on line sia nella versione cartacea fanno circolare un bufala: Martin Scorsese avrebbe voluto girare alcune scene del suo film The manipulator nella Reggia di Caserta, ma sarebbe stato mandato di ufficio in ufficio: dopodicé, infastidito, avrebbe deciso di andare alla Reggia di Venaria, Torino. 

Bufala: nessuna richiesta era mai giunta, e il Corriere poi rettifica dopo un bel po' e rimuove il link on line. Inutile segnalare che - nella versione cartacea - il risalto all'articolo era maggiore del risalto dato alla smentita.

Il film di Scorsese si ispirerebbe, peraltro, alle vicende di Alessandro Proto, pseudofinanziere che ad Ottobre scorso ha patteggiato una pena di 3 anni e 10 mesi per truffa e aggiotaggio (qui capirete un po' di più del personaggino). Ma con ogni probabilità - come sostiene da oltre un mese il blogger David Puente, non esiste nemmeno il film (qui e qui)

Domanda: controllare con qualche telefonatina era così difficile?


06 ago 2014

Google: varrebbe la pena di esser chiari.


John Henry Skiller, 41 anni di Houston, è accusato di essere un pedofilo: Google, scandagliando la sua posta elettronica, ha ritrovato quella che era un'immagine pedopornografica e ha subito mandato una soffiata al National Center for Missing and Exploitation Children.

03 ago 2014

Confondere Al Capone con Al Pacino è da denuncia.

Stamattina presto, verso le 9, vado in Villa Floridiana a correre: al ritorno, dopo mezz'ora di corsa e un po' di stretching e respirazione, mentre recupero l'uscita, incrocio una coppietta di signori di mezza età, lui dice «Diceva Al Capone sei tutto pistola e distintivo»: il tizio ha le idee un po' confuse e solo per caso non gli ho fatto un cazziatone.

02 ago 2014

Il generale principio della prudenza.

Esiste un generale senso della prudenza che in genere gli adulti dovrebbero tenere per sé e per i pargoli che dovrebbero crescere. E invece capita di leggere che un genitore consenta alla figlia di undici anni di fare il bagno col mare agitato e capita che poi a causa delle onde la bimba muoia.

E allora penso che forse questa tragedia, usando il buon senso che dovrebbe essere tipico degli adulti, poteva essere evitata, magari dicendo un NO di più e sopportandosi qualche capriccio in più. A maggior ragione se, come sembrerebbe (lo riferisce TgCom 24) la bimba non sapeva nuotare.


Datevi una ripassatina alla Costituzione prima di profferire solenni scemenze.

In Rete ho trovato questo schemino prodotto sulla pagina Facebook del cittadino Carlo Martelli, portavoce del M5S, che ha il prego di avere svariate solenni scemenze. 

01 ago 2014

Il Movimento 5 Stelle dopo 18 mesi dalle elezioni

Di seguito una summa di quello che il Movimento 5 Stelle avrebbe potuto evitarsi.

L'ipocrisia sulla salvezza dell'Unità.

Il modo migliore per contribuire a salvare un giornale è comprarlo, ma non comprarne la proprietà, comprare le copie in vendita: come giustamente faceva notare Mentana, la CGIL ha cinque milioni e mezzo di iscritti ed il PD ha 11 milioni di elettori, più gli iscritti del PD.

Al che mi associo alla domanda di Mentana, che argutamente nota che l'Unità vendeva 20 mila copie: «perché (quasi) nessuno lo comprava più proprio nel momento del massimo risultato elettorale del centrosinistra?» Ecco: perché?


31 lug 2014

Schwazer e l'oro postdatato.

SCHWAZER
Ho già parlato di Alex Schwazer in due occasioni su questo blog (qua e qua) ben due anni fa (erano i primi di agosto del 2012): speravo di non ritrovarmelo dinanzi prima del 2016.

E invece mi ritrovo a parlarne quanto meno perché l'oro postdatato di cui da oggi può fregiarsi, per quanto legittimo (nel 2010 non risulta essere dopato) quanto meno genera imbarazzi. Direi che è quanto meno particolare questa situazione. Ma soprattutto mi domando:  perché mai ci son voluti 4 anni ad assegnare una medaglia?

Default Argentina: sicuri che vogliamo seguire il suo esempio?

Il 23 ottobre 2011, un tale Zac - che confesso non so chi sia - scriveva sul Sacro Blog di Beppe Grillo:

“Facciamo come l'Argentina!!! In otto anni sono riusciti a spazzare via la crisi, e sapete perché? Perché nonostante fossero finiti nel buio più assoluto, non avevano Stati che hanno impedito che la loro crisi seguisse ogni livello. Noi abbiamo Francia e Germania, che pur di non farci fallire (e di non perdere i loro crediti) allungheranno la nostra agonia all’infinito. Vivremo in una situazione di “simil-default” per anni, le tasse ci prosciugheranno le tasche, i conti correnti saranno tassati più volte, la disoccupazione schizzerà ancora di più. E solo perché non possiamo fallire, ce lo impediscono. Viva l’Argentina, allora. [...]”
CRISTINA DE KIRCHNER
In assoluto quello di non pagare i debiti è una strada sbagliata eticamente: pacta sunt servanda e se abbiamo stabilito che è un prestito quei soldi vanno restituiti.

È una strada sbagliata logicamente: chi volete che in futuro ci presti altri soldi se ha la convinzione che noi non saldiamo i debiti? Voi prestereste 500 euro a chi già ha dichiarato che non vi restituirà i 50 mila che gli avete prestato e che da anni aspettate?

È anche una strada sbagliata sostanzialmente - oltre la metà del debito pubblico italiano è in mano agli italiani (banche o privati): chi sarà danneggiato, dunque, dal mancato pagamento del debito?

Solo per questi motivi chiunque vi dica di perseguire questa strada di ripudiare il debito andrebbe gentilmente messo a tacere. Oppure chiedetegli 100 mila euro, spendeteveli e poi ditegli che non intendete restituirglieli: forse cambierà idea.

Se vi mancassero ulteriori motivazioni, se qualcuno ancora vi dicesse di fare come l'Argentina, ricordategli che l'Argentina, dall'alba di questa mattina, secondo Standard & Poors è di nuovo in default per la seconda volta in 13 anni. E se non è default poco ci manca.


30 lug 2014

Il canguro

Dopo l'apriscatole e la sveglia ecco il canguro....livelli altissimi di discussione politica....

Cominciate a sdegnarvi.

L'articolo 48 della Costituzione è l'unico a contenere la parola «morale»: «il diritto di voto non può essere limitato se non per incapacità civile o per effetto di sentenza penale irrevocabile o nei casi di indegnità morale previsti dalle leggi».

Sarebbe quanto meno opportuno rivalutare, socialmente, i casi di indegnità morale: ci sono tanti atteggiamenti, perfettamente legali, ma che rendono qualcuno indegno, o quanto meno inadatto a ricoprire un incarico pubblico.

All'indegnità altrui corrisponde lo sdegno proprio: finché non ci si sdegna per un comportamento altrui - comportamento indegno come chi lo pone in essere - non si migliorerà mai la società: si delegherà sempre ad altri: al Parlamento di dichiarare illegale un certo comportamento, alla Magistratura di sanzionarlo, alle Forze dell'Ordine di prevenirlo. 

E intanto nessuno si sdegna.

26 lug 2014

Tavecchio: certe cose fanno sorridere non certo perché sono divertenti.

TAVECCHIO
Possiamo prendercela con l'ignoranza, con la povertà materiale e d'animo, possiamo prendercela con tutto quello che volete. Ma dopo frasi come quelle di Tavecchio, candidato alla Federazione Italiana Giuoco Calcio e già presidente della Lega Calcio Dilettanti, penso che la questione sia molto più diffusa e riguardi l'esempio che chi è in alto dà al prossimo.

A 70 anni non farà compromessi, dice Tavecchio: a 70 anni sarebbe bene andarsene in pensione e lasciare il campo ad uno più giovane (non necessariamente Albertini, beninteso). A 70 anni le cose del tipo: «scusate sono stato frainteso» fanno sorridere.

E non certo perché sono divertenti.

23 lug 2014

A volte è solo necessario tacere.

NICOLE MINETTI
Nicole Minetti ha avuto un aborto spontaneo: la qual cosa mi fa domandare innanzitutto se Nicole Minetti sia da considerarsi ancora un personaggio pubblico, non rivestendo più incarichi politici e non avendo, che io sappia, ruoli pubblici di rilievo, al netto quindi delle pagine scandalistiche che di lei si occupano. 

Nel primo caso, se fosse ancora un personaggio pubblico, sarebbe plausibile che la privacy possa ridursi; nel secondo caso non c'è motivo di parlare sul giornale dello specifico caso della Minetti.

In secondo luogo, a prescindere comunque da ciò, mi chiedo se una notizia così delicata rientri nel diritto-dovere di cronaca che, ricordiamo, deve sempre attenersi alla rilevanza della notizia conferita: anche per il gossip, è rilevante per l'opinione pubblica sapere che Nicole Minetti ha avuto un aborto spontaneo? A mio avviso no, come a suo tempo non percepivo quale fosse la notizia dell'omosessualità di Thorpe.

Ma ciò che più mi ha colpito è la veemenza con cui molti utenti su Facebook si sono scagliati contro la Minetti: per quanto io e Nicole Minetti siamo distanti anni luce per comportamenti, frequentazioni ed idee, non riesco sinceramente a concepire l'insulto, per quanto esternazione di rabbia e per alcuni forse vissuta come una compensazione.

Ma io penso solo che in alcuni casi occorra tacere, si sia giornalisti o lettori.

 

17 lug 2014

La fidanzata di Allegri non l'avrà presa bene...

Nel 2012 Gloria Patrizi non era molto contenta della Juve .... 

15 lug 2014

Domanda da un milione di dollari.

Domanda da un milione di dollari: visto e considerato che nonostante si sia personaggi pubblici, e quindi con una privacy ridotta, l'essere omosessuali o eterosessuali non ha riflessi sulle prestazioni sportive né sugli allenamenti; visto e considerato che non implica la violazione di alcuna regola sportiva né penale, né inficia record e medaglie; ebbene visto tutto ciò: chi cacchio se ne fotte che Thorpe è gay?

Il fake della Corea campione del mondo.

La Corea del Nord non si è qualificata ai Mondiali, semmai la Corea del Sud ha partecipato ottenendo un miserrimo punticino nel girone H con Belgio, Algeria e Russia: eppure secondo Korea News le cose sono andate diversamente: il telegiornale coreano mostra i successi (ovviamente falsi) della Corea del Nord nel suo girone dei Mondiali: un rotondo 7-0 al Giappone, 4-0 agli Stati Uniti e 2-0 alla Cina. 

Adesso nel mondiale parallelo, e nella parallela fase finale, i coreani sfideranno il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Al termine del servizio appare anche un fotomontaggio con il dittatore Kim Jong proiettato su un maxi schermo a Rio de Janeiro.

Il video è ovviamente un falso enorme sicuramente per il contenuto, mentre il dubbio rimane sul se sia uno strumento di Kim Jong Un o se sia semplicemente una parodia: ma sottolineo come in molti casi, visti anche i comportamenti del defunto padre, Kim Jong Il (non foss'altro per la sua ridicola pettinatura souflé), spesse volte le due cose coincidono.

11 lug 2014

E poi ad un certo punto spunta la melanzana sacra

Poi vai sul Mattino di Napoli e trovi la melanzana sacra


09 lug 2014

Il pianto e l'eruzione di un vulcano.

Il pianto è come l'eruzione di un vulcano: quando le emozioni spingono troppo, esattamente come spinge troppo la lava del vulcano, si scoppia a piangere. Sarà per questo che la sensazione di quiete dopo il pianto assume un carattere talvolta surreale.

08 lug 2014

Condivisione inconsapevole e truffe sventate.

Leggo la notizia del vigile urbano che si mette in malattia per andare a fare il bagnino, salvo postare una foto su Facebook e farsi sgamare. Al di là del reato e dell'indegno comportamento del vigile e dei medici compiacenti, su cui ci si potrebbe prodigare con chilometri di inchiostro, segnalo ancora una volta l'errata concezione che si ha di Facebook.

Si posta materiale senza pensare alle conseguenze e - se in questo caso il social ha consentito di scoprire e sanzionare una truffa - in altri casi (come nel caso del sexting, cioè dei minori che condividono le proprie foto seminudi) i danni possono essere gravi ed irreversibili. 

Nel caso del vigile, come nel caso del sexting, le conseguenze non sono immediate: se un adulto pur capace di architettare una truffa, non ha pensato che una foto avrebbe potuto di li a qualche anno metterlo in difficoltà, pensate solo per un minuto se un ragazzino possa arrivarci facilmente.

06 lug 2014

Accontentarsi di partecipare è limitante.

Tralasciando il fatto che la frase pare non sia di De Coubertin ma pare mutuata dal vescovo Ethelbert Talbot che a sua volta la mutuò da un filosofo greco, nessun atteggiamento è più perdente de «L'importante non è vincere ma partecipare». Laddove tutti lottano anche con mezzi sleali per prevalere sul prossimo, accontentarsi di partecipare porta a sconfitta sicura, tanto vale dedicarsi alla botanica. 

Trovo molto più interessante la seconda parte del motto: «La cosa essenziale non è la vittoria ma la certezza di essersi battuti bene»: l'importante è battersi lealmente per ottenere il massimo possibile, anche e soprattutto la vittoria, ma se proprio ciò non dovesse capitare nonostante si sia fatto il possibile, si può anche dormire sonni sereni.

05 lug 2014

Vita on line e vita off line.

Non vorrei parlare del Movimento 5 Stelle, vorrei per un po' dedicarmi ad altro. Poi vedi Debora Billi che per il gusto di una battuta ritiene che sia morto il Giorgio sbagliato (Giorgio Faletti al posto di Giorgio Napolitano).

02 lug 2014

Non so perché ma l'ho già sentita.

Sarkozy è in stato di fermo, imputato di reati gravi, e la sua reazione a mezzo stampa cita una «strumentalizzazione politica di una parte dei magistrati che hanno fatto di tutto per dare un’immagine di me che non è conforme con la realtà».

Non so perché ma l'ho già sentita.

Basta così, non c'è da vedere altro.

Ryutaro Nonomura è un politico giapponese accusato di aver intascato soldi pubblici, e in conferenza stampa ha reagito così, piangendo a dirotto. Video definitivo.

 

30 giu 2014

Il Televideo ha visto un'altra partita.

Costa Rica - Grecia è finita 6-4 per i centramericani che passano ai quarti solo dopo i calci di rigore (finale dei tempi regolamentari più supplementari: 1-1). Secondo il Televideo, tuttavia, la partita è finita 1-0. Bah.


26 giu 2014

Non è per la pelle che hai fatto un pessimo mondiale.

BALOTELLI
Vorrei dire a Balotelli che io sono europeo, italiano e napoletano, in rigoroso ordine alfabetico, ma non per scelta mia: il fato ha stabilito che io sia europeo, italiano e napoletano, ma sono ben felice di essere tutte e tre queste cose.

Anche se non ho la pelle nera, soffro ugualmente per gli episodi di razzismo, e non solo per quelli che coinvolgono i napoletani. Quindi, finché criticheranno Balotelli per il solo colore della pelle, sarò in prima linea per difenderlo.

Ma se lavoro male, anche io vengo criticato, e né il colore della mia pelle né l'essere napoletano o italiano mi esimono da critiche. Quindi, caro Balo, sappi che le critiche sono per il tuo pessimo rendimento e il tuo atteggiamento sgradevole, il che non c'entra nulla col colore della tua pelle. Quindi taci, fatti umile e impara a comportarti.

Ah, dimenticavo, i tuoi «fratelli negri» ti avrebbero criticato né più né meno di come ti hanno criticato i tuoi «fratelli bianchi».


21 giu 2014

Quei piccoli errori logici.

Da qualche giorno imperversa lo spot del portafortuna di Barbara D'Urso, la quale esordisce: «Ognuno ha il suo portafortuna». Salvo poi volerci vendere il proprio: e non posso non  notare un certo minimo errore logico. 

Ammesso e non concesso che non sia pubblicità ingannevole vendere portafortuna, ma se ognuno ha il proprio, perché mai dovremmo comprare quello di Barbara D'Urso?

19 giu 2014

In Brasile.... e in Italia no?

Mi par di capire che in Brasile quando la nazionale locale segna, i tifosi brasiliani festeggiano in modo rumoroso, senza contare che le strade si svuotano.

Una peculiarità tutta brasiliana a quanto noto..

18 giu 2014

Matteo Salvini d'annata su Mohamed Fikri.

Matteo Salvini su Mohamed Fikri il 9/12/2010: «Queste cose succedevano anche prima che arrivassero gli immigrati, ma da quando ci sono così tanti irregolari succedono di più. Lo dicono i numeri».

p.s. peraltro Mohamed aveva il permesso di soggiorno, oltre al «trascurabile» elemento che era ed è tuttora innocente.

Lascio a voi ogni commento.

Fonti 1, 2.

15 giu 2014

Forse il capo politico Grillo ha cambiato idea.

Dunque Federica Salsi e Marino Mastrangeli vengono cacciati dal Movimento 5 Stelle rispettivamente per aver partecipato a Ballarò e per aver concesso un'intervista a Barbara d'Urso. Non importa che poi, mesi dopo queste epurazioni, Grillo in persona abbia concesso un'intervista a Mentana e poi è andato da Vespa.

Dinanzi alla sola ipotesi di dialogare con il PD, eventualità paventata dal senatore Currò, nel 2013, scoppiò un caso, salvo che Grillo ha sempre sostenuto che non si dialoga (né si ascolta) certa gente (basti pensare alle consultazioni con Renzi). Ah: è di queste ore l'ipotesi di Grillo di dialogare con Renzi per la legge elettorale, su cui il M5S ha effettuato una propria, legittima, proposta ma che fino ad oggi non sembrava disposto a discutere con altri.

Forse il capo politico Grillo ha cambiato idea.

14 giu 2014

Che le parole di Del Bosque siano d'esempio.

La Spagna è due volte campione d'Europa e campione del mondo in carica, e ben potrebbero vantarsi di quanto hanno ottenuto. Solo che hanno perso 5-1 con l'Olanda, che per carità ci può stare di perdere - specie con l'Olanda che non è l'ultima arrivata - ma la batosta è forte. Vicente del Bosque, ct spagnolo, invece commenta: «Dopo aver saputo vincere sapremo ora anche perdere. Per tornare al successo».

Del Bosque per me rimane un vincente anche se ha perso 5-1, a differenza di altri sfigati che sanno solo piagnucolare (vere o presunte) responsabilità altrui. Sempre molto facile, nelle sconfitte, dare la responsabilità a tutti tranne che a se stessi, altrettanto facile rifiutare il concetto di sconfitta dopo un'impressionante serie di vittorie. 

Che le parole di Del Bosque siano d'esempio per tutti, me per primo.

Mineo ed il disprezzo della sofferenza.

Corradino Mineo mi era anche simpatico, finché si limitava a fare il giornalista. Quell'uscita infelice su Renzi come un bambino autistico, invece, ha dimostrato tutta la sua totale mancanza di rispetto verso chi soffre e, in definitiva, la sua stessa mancanza di democraticità.

Non saprei considerare altrimenti chi, in definitiva, non solo accetta le decisioni della maggioranza del gruppo di cui fa parte (decisioni che, nel caso di Mineo, avrebbe dovuto rappresentare in commissione), ma riesce a divenire patetico e offensivo, come un bimbo viziato e capriccioso.

13 giu 2014

In pratica siamo ai dispettucci.

Quindi spiegatemi, amici grillini, ma se la legge sulla responsabilità civile dei magistrati è così pericoloso, di grazia perché vi siete astenuti? Per smascherare «le manovre delle larghe intese nel segreto dell'urna»?

In realtà trovo tremendamente ipocrita e sleale astenersi solo per mostrare che gli altri fanno male. È quello che ho sempre detto del Movimento: un'ottima pars destruens  - vedete gli altri maneggiano e manovrano nel segreto dell'urna, anche se normalmente è una pratica chiamata «votare secondo coscienza» - e una pessima pars construens, la qual cosa ha impedito ai grillini di votare no, con una parte di PD, e bocciare ciò che loro per primi giudicano pessimo.

In pratica siamo ai dispettucci.

10 giu 2014

Mario Adinolfi e lo spot gay friendly

Il blogger barbuto Mario Adinolfi, sul suo profilo Facebook commenta in modo molto acido la pubblicità gay friendly della Findus. Non sto a propinarvi quello che Adinolfi ritiene, in sintesi che sia una pubblicità piena di banalità, il che può anche essere, ma di banalità ne caccia anche il blogger barbuto: ad esempio l'assoluta certezza che ai gay non piacerà per niente.

La peggiore delle sconfitte di Beppe Grillo

Trovo sul blog di Claudio Cerasa un sondaggio interessante dell'osservatorio Lorien Consulting, su come si sono formate le opinioni durante l'ultima campagna elettorale.


E io noto alcuni elementi che mi permetto di condividere: innanzitutto i social network hanno influito nel formare un'opinione al 21% in relazione al PD e nel 12% in relazione al Movimento 5 Stelle. Se pensiamo che gran parte della strategia comunicativa pentastellata usava il Sacro Blog di Grillo condiviso in tutte le salse sui social forse a livello comunicativo qualcosa va rivisto. Evidentemente la strategia per generare accessi al Sacro Blog porta visite ma politicamente non paga.

Il M5S spopola su Telegiornali (70%) e su carta stampata (50%): che potrebbe anche esser sintomo del fatto che Grillo & co. la sparano grossa, e giornali e telegiornali ne parlano indirettamente contribuendo a formare un'opinione.

In ultimo: manifesti ed eventi elettorali hanno inciso pochissimo: 3% per Forza Italia e 1% per PD. Domanda: a che pro tappezzare le città di manifesti elettorali, chiudere piazze per comizi, se ai comizi ormai ci vanno solo i sostenitori convinti di quel tale partito?

Analizzando sempre i flussi elettorali (sempre secondo Lorien Consuting) è interessante notare come il Movimento 5 Stelle consegna quasi 900 mila voti al PD, e forse è l'effetto Renzi che da subito si è proposto di «togliere il terreno da sotto ai piedi a Grillo che dice che non facciamo niente» ma oltre 2,5 milioni di voti sono verso il non voto.


Persone che ritenevano il M5S l'ultima speranza e a distanza di un anno son rimasti delusi: forse è questa la peggiore sconfitta di Grillo

09 giu 2014

Sulle scie chimiche

Riflettevo sulle scie chimiche e pensavo che per questi geni universali non si sa chi avvelena tutto il mondo, compreso se stesso, per dominare un mondo che sarà in sostanza vuoto, perché saranno tutti avvelenati, comprese le menti geniali che hanno partorito questo progetto. E il tutto senza che, per vent'anni, nessuno di coloro che ha partorito, o attuato, questo colpo di genio si sia pentito o abbia dato indizi.

Mi deprime vedere che c'è chi ci crede, mi verrebbe quasi da sperare che lo faccia per tornaconto personale (cioè lucrare). La cosa mi avvilisce molto in ogni caso.

Quando vedete uno sciachimista allontanatevi e chiamate subito soccorsi

06 giu 2014

Solo una coincidenza....

Ovviamente è un puro caso che ieri Suor Cristina vince The Voice of Italy e questa su Rai Uno c'è Sister Act. Solo una coincidenza, nevvero?

05 giu 2014

Cocacola ghiacciata e indignazione a comando

COCA COLA
Leggo un post di Natalino Balasso e mi viene in mente che da un po' avevo notato anche io la pubblicità della Coca Cola con l'invito a gustarla ghiacciata. 

E mi chiedo solo se alla Coca Cola sanno che bere bevande ghiacciate fa male alla salute, quanto meno con rischio di congestione, oltre a domandarmi se in questo paese ci sia qualcuno che alzi il ditino e dica che non è del tutto corretto fare spot potenzialmente dannosi per la salute o ci si indigni solo se la pubblicità metta in evidenza un paio di tette. 

03 giu 2014

Poi non dite che è Gomorra che getta merda.

Gelsomina Verde è una vittima innocente di camorra. Nel 2006 nella sentenza del processo contro alcuni esponenti del clan Di Lauro del 2006 si legge ...

Due paroline ancora sul diritto all'oblio.

LOGO GOOGLE
Mario Costeja Gonzàlez ha chiesto, un po' di tempo fa, che Google rimuovesse la notizia della propria evasione fiscale, risalente a quindici anni prima e pubblicata tra risultati del motore di ricerca.

In sostanza il quotidiano La Vanguardia aveva pubblicato la notizia di una vendita all’asta di immobili organizzata a seguito del pignoramento effettuato per la riscossione coattiva di crediti previdenziali evasi da Gonzàlez. 

30 mag 2014

La figlia di Vecchioni

La aggiungerò alle cose di cui non me ne frega un beneamato kaiser...

Sempre ammesso che Grillo voglia governare.

E adesso spunta un dossier interno che analizza le cause della sconfitta del Movimento 5 Stelle: il fatto di aver trasmesso energia ansiogena e distruttiva, mentre Renzi ha rassicurato provando a costruire; i parlamentari percepiti come saccenti, sappiamo e capiamo tutto noi voi siete schifo-fuffa-incapaci; modificare il sistema di selezione dei candidati e presentarli al grande pubblico per farli conoscere.

29 mag 2014

Triplo salto carpiato.

Dunque Stefano Fassina giurava e spergiurava che un governo con Berlusconi mai. Poi Enrico Letta fece il governo con Berlusconi e Alfano e lui divenne sottosegretario all'economia.

Poi si dimise, facendo la figura del permalosone, perché offeso da una battuta, forse anche involontaria, di Matteo Renzi: alla domanda su Fassina, rispose chi? 

Ah ora che Renzi ha portato il PD al 40% Fassina fa una sana autocritica dicendo che poi Renzi non è così male.

E vai col triplocarpiato.

Poi dicevano degli 80 euro....

Per i grillini gli 80 euro di Renzi erano una mossa elettorale, configuravano un voto di scambio et similia. Poi vedi (qui la fonte) alcuni grillini incavolarsi perché a Mirandola il Movimento ha donato 425 mila euro e non hanno avuto un ritorno elettorale. Molto disinteressati a quanto vedo.

C'è chi evoca un nuovo terremoto, chi dice che gli sta bene, c'è chi dice di non volere nulla in cambio, ma forse un esame di coscienza dovrebbero farselo...insomma tutta «bella gente»

27 mag 2014

Refusi papali (corretti).

Per un banale refuso let's pray (preghiamo) diventa let us spray (spruzziamo)... il refuso è stato cancellato e corretto, ma intanto è stato retwittato e immortalato


26 mag 2014

O vinco o me ne vado ... ok, ciao.

«Se non vinco le elezioni me ne vado»...questo il concetto espresso da Beppe Grillo in diverse occasioni: ma è ancora lì

 


25 mag 2014

Il manifesto elettorale definitivo.

Ed ecco spuntare il manifesto elettorale definitivo



22 mag 2014

Laura Castelli (M5S) ha niente da dire sul camper e sulla sede a Cinque Stelle danneggiati?

Quando vandalizzarono la sede PD di Torino, Laura Castelli si chiese
A parte che mi chiedo perché questi non mettono una telecamera invece di millantare colpevoli...e mi poi dico... ma possibile che questo PD non si chieda il perché? Siete certi di stare facendo bene? Magari c'è un motivo no....

Nelle ultime 24 ore hanno danneggiato un camper del Movimento 5 Stelle a Roma e una sede del Movimento 5 Stelle a Giugliano.

Laura Castelli ha niente da dire?

21 mag 2014

20 mag 2014

Ladri sprint, te lo dice l'azienda che vende tecnologia per il recupero dei veicoli rubati

Mi imbatto in un articolo sul Mattino di Napoli (ripreso pari pari dalla Gazzetta dello Sport e nientepopodimenoché da Leggo)Titolo inequivocabile: «Furti d'auto sprint, ora bastano solo 14 secondi: nel '93 ci volevano 9 minuti». Che la prima cosa che ti vien da chiederti è come mai i sistemi di antifurto diventano sempre più tecnologici, ma diventa più facile rubare le auto.

E ad un certo punto la domanda che non ti aspetti.

Jeremy Paxman, giornalista della BBC, intervista Berlusconi. E ad un certo punto la domanda a sorpresa, quella che non ti aspetti: riferendosi alla Merkel, Paxman chiede «è vero che ha chiamato le ha dato della culona inchiavabile?». La faccia di Berlusconi è uno spettacolo, penso gli sia andato storto qualcosa.


18 mag 2014

Aiutiamo gli alieni a casa loro....

«Diciamo che se dovesse arrivare adesso un'astronave aliena, gli chiederemo il permesso di soggiorno e se non ce l'hanno lo rimandiamo al loro paese». Con questa frase sgrammaticata si presenta Claudio D'Amico, ex sindaco di Cassina De' Pecchi e parlamentare della Lega Nord, oltre che candidato leghista alle europee.

C'è poi il contenuto tutto da ridere. Al punto che risuonano le parole di Renzi: «non votate per i buffoni». Perché è evidentemente fondamentale aprire gli archivi segreti sugli UFO, ma occhio: «già non ci stiamo così, se poi ci arrivano anche gli alieni stiamo un po' troppo stretti»






L'arte del rinnovamento

Quando una forza politica nasce e si propone come artefice del rinnovamento, perché la classe politica precedente è tutta e dico tutta pessima, penso abbia il dovere morale di mantenere le aspettative. Altrimenti pagherà lo scotto della fisiologica delusione.

I fan del «voi del...».

FAN DEL «VOI DEL ...»
Domandone: perché se critico il Movimento 5 Stelle sono necessariamente un piddino (o pirlino come pure qualcuno mi ha apostrofato) o se critico il PD sono necessariamente un grillino? 

E perché se critico Berlusconi (o anche i berlusconiani) e i leghisti, piddini e grillini che prima mi davano addosso ora tacciono?

Faccio notare che ciò accade nemmeno se contesto la linea di partito, ma anche banalmente se faccio notare che uno di loro - piddini o grillini o berlusconiani o leghisti - ha detto una vaccata pazzesca.

Da oggi in poi, a chiunque mi apostroferà con l'espressione «voi del PD» o «voi del M5S» o con qualunque altro «voi del ...» sarà sfanculato in malo modo e non riceverà risposta che non sia un «vaffanculo». Tanto se lo dice il Grillino Massimo, posso dirlo anche io. Non vi pare?

16 mag 2014

In nome del popolo italiano...ma non se la sentenza non ci piace.

Assolti in appello gli imputati per le presunte violenze alla scuola materna di Rignano Flaminio. Mi attengo alla verità giudiziaria emersa, cioè mi attengo al fatto che cinque persone ingiustamente sono state accusate per otto anni di essere dei pedofili.

Ma la cosa mi fa pensare che tutto sommato l'espressione «in nome del popolo italiano», riferita ai giudici, ha una valenza molto relativa: se la sentenza piace, allora è un signor tribunale, giustizia è fatta. Se la sentenza non piace, allora è un Tribunale di m....

10 mag 2014

Razzismo solo quando conviene...

ANDREA CRISTINA SAMFIR
LA DONNA CROCIFISSA
La donna morta crocifissa è una donna romena ed è stata uccisa da un idraulico italianissimo, tanto italiano da commentare «ho fatto una bischerata». E giustamente nessuno dei quotidiani che ha trattato l'argomento ha titolato: «Donna crocifissa: arrestato un italiano». Un assassino è un assassino e chi se ne frega di dov'è.

Sono sicuro che se la donna fosse stata italiana e l'assassino rumeno, i titoli sarebbero stati un po' diversi ....no?!?!? Aprite un po' i seguenti link e poi mi direte: 1, 2, 3.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop