27 mag 2011

E quando a Gigino d'Alessio lo minacciava la camorra non si sentiva in pericolo?

Devo capire una cosa molto semplice da Gigi d'Alessio: perché se la camorra ti minaccia per farti venire a cantare ai matrimoni ed ai battesimi, al punto tale da non poter rifiutare a rischio della propria vita, poi se ti arrivano delle critiche, senza dubbio anche pesanti e volgari perchè vai a cantare per la Moratti (appoggiata anche dalla Lega che da che mondo è mondo schifa i napoletani), allora ti caghi sotto e non lo fai??

Dico io: hai una data a Napoli, come pensi che la prenda il pubblico se la sposti di un giorno per andare a cantare per una coalizione che contiene un partito che schifa i napoletani? 

Ma rifletti sulle cose? Chi ti consiglia ha un cervello? Non viene il dubbio a nessuno che possa stonare una cosa simile?

Vorrei solo sapere il ragionamento che sta alla base di tutto ciò: si sa bene che la Lega schifa i napoletani. Evidentemente Gigino s'è consultato con Bersani che pensa che la Lega non è razzista.


1 commento:

  1. Effettivamente questa figura se la poteva risparmiare, si vede che si è fatto consigliare dalla Tatangelo, che non essendo nè napoletana nè un genio gli avrà suggerito di fare l'unica cosa che sa fare lei, la ruffiana

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop