23 mag 2012

Giovanni Falcone Paolo Borsellino e la pena di morte.

Su Twitter, ma non solo, si parla del ritorno della pena di morte per l'attentatore della scuola Morvillo-Falcone. Senza quasi fare il processo. Che per estensione diventa la pena di morte per gli assassini. Che, paradossalmente, potrebbe portare alla totale arbitrarietà delle pene.

Il che è l'esatto contrario di quanto dovrebbe essere previsto in uno stato di diritto quale è l'Italia che prevede che la pena sia vista come rieducazione. Ed è, peraltro, l'esatto contrario del motivo  per cui hanno sacrificato la loro vita Falcone e Borsellino. Che, tra l'altro, si ponevano con estremo rispetto per le persone, anche se queste si erano macchiate di crimini gravi.

Il modo migliore per ricordarli, non solo il giorno dell'anniversario sarebbe provare ad imitarli almeno un po' nel rispetto delle persone, anche se colpevoli di crimini gravissimi, oltre che avere il rispetto del diritto. Ma lo so che chiedo troppo.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop