29 ott 2012

Intervista all'avvocato Beraldo, sulla condanna di Abbatangelo

Di seguito pubblico l'intervista all'avvocato Beraldo, avvocato di Michel Abbatangelo nel processo che lo vede contrapposto al Trota. Ne approfitto per ringraziarlo della sollecitudine e della disponibilità.


Come mai è stato definito contumace Abbatangelo? 
Perché Michel non era presente alle udienze.

La contumacia, in questo caso, implica la mancata costituzione in giudizio? Dato che mi pare di capire che in realtà la costituzione in giudizio c'è stata, com'è possibile venga comunque considerato contumace?
Probabilmente confonde il procedimento civile con quello penale. La costituzione in giudizio, infatti, è atto proprio del procedimento civile. In sintesi: nel procedimento civile due (o più parti) private chiedono allo stato di intervenire per dirimere una questione, privata per l'appunto. Esempio Tizio Trota cita a giudizio Caio Abbatangelo affinchè venga condannato a risarcirlo economicamente per un supposto danno all'immagine. Ecco che quindi un privato (Trota) ha una questione con un altro privato (Abbatangelo) e chiede allo Stato, nella figura del Giudice Civile, di dirimere la questione. Abbatangelo viene quindi citato a giudizio direttamente dal sig. Trota, non dallo stato. In quel caso può decidere di difendersi, costituendosi in giudizio, oppure no. Se non lo fa (quindi non va da un avvocato, non fa redigere apposito atto, chiamato comparsa di costituzione e risposta, ecc.) viene dichiarato contumace.
Nel caso di specie, però, trattasi di procedimento penale. E' quindi una parte dello stato (la pubblica accusa ossia la Procura) che chiede ad un'altra parte dello Stato (ovvero un magistrato giudicante) di giudicare e, eventualmente condannare, un privato. In tal caso, la parte privata funge solo da "motore d'avviamento" del procedimento dato che per certi reati, come quello della diffamazione, lo stato si muove solo su istanza di parte, la nota denuncia-querela. In tale caso non c'è bisogno di costituirsi a giudizio: l'indagato, che nel processo si trasforma in imputato, partecipa obbligatoriamente per il tramite di un avvocato (ecco il perchè della difesa d'ufficio). Se poi non si presenta personalmente sarà dichiarato contumace. 
Spero si essere stato chiaro: sono comunque a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Che spiegazione s'è dato del fatto che nè Abbatangelo nè Bossi sono stati ascoltati? 
Per Abbatangelo il motivo è che non era presente alle udienze (è stato comunque acquisito il verbale di interrogatorio reso durante le indagini). Per Bossi il discorso e' diverso: dapprima era stato ammesso l'esame, di poi il giudice ha ritenuto irrilevante sentirlo in quanto "se quanto scritto e' diffamatorio o meno non e' lui che può dirlo, ma lo valuterò io" (il virgolettato si riferisce a quanto detto dalla Dr.ssa Giorgetti in aula).

Non trova strano che Bossi non abbia chiesto si disponesse la rimozione del Diario? E che non abbia voluto quantificare il danno? 
Il danno l'ha quantificato :non e' stato in grado di giustificare l'importo. Per il resto la risposta e' no, non lo trovo strano. Personalmente penso che Bossi non fosse del tutto a conoscenza dell'esistenza del processo (ma questa e' una mia idea) e pertanto non abbia sollecitato nulla. Se fossi stato il suo difensore avrei chiesto subito la rimozione: fortunatamente sono pero' l'avv. di Abbatangelo :).
Giacché nella sentenza si riconosce il fine ironico e l'utilizzo delle iperboli, a suo avviso cosa può aver fatto propendere il giudice per giudicare diffamatorio tutto ciò?
Mi pare di capire che non trovasse attinenza con fatti reali. Comunque questo sara' uno dei motivi di appello. 


Chiederà di interrogare il suo assistito, Abbatangelo, e Renzo Bossi? 
All'udienza di appello, quando vi sarà (tra un anno o più ) ritengo utile sentire abbatangelo. Bossi no.


Quali altre eventuali incongruenze ha ritrovato nella sentenza, e come intende opporvisi?
In generale la sentenza e' contraddittoria, laddove da un lato parla di satira ma poi, per giustificare la condanna, usa parametri non applicabili alla satira stessa. Ci si " opporrà " con le modalità previste dalla legge. A breve depositerò atto di appello, poi attenderemo la fissazione dell'udienza e li si discuterà nuovamente .

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop