29 ago 2013

Glielo dite voi ad Antonio Razzi?

A proposito della dittatura di Kim Jong Un, l'immarcescibile Antonio Razzi - di ritorno dal suo ultimo viaggio in Corea - a domanda precisa tranquillizzava tutti, quale dittatura, Kim Jong è un ragazzo alla mano ....

Precisaente lo scorso 4 agosto, su l'Adriatico, Razzi diceva:

Cioè che è una delle dittature più feroci?
«La gente è semplice, normale. Poi si dice che c’è il lupo, ma dove sta il lupo?»

....
E allora?
«Di recente c’è stato il rinnovo di tutto il parco auto dello staff del partito comunista. Si tratta di centinaia e centinaia di macchine. Be’ sono tutte Volkswagen. La Germania fa affari e noi...Dicono: ma quelli c’hanno la bomba, è una dittatura...».

È un fatto.
«Non è assolutamente così. Quella non è una dittatura. Ho stretto la mano a Kim Jong-un, quello che chiamano dittatore. Mi è sembrato un ragazzo molto semplice e molto alla mano».


No, perché quel ragazzo alla mano di Kim Jong Un, la settimana scorsa, secondo un quoditiano della Corea del Sud, avrebbe fatto fucilare dodici artisti, tra cui la sua ex ragazza , la cantante Hyon Song-woi.

Glielo dite voi ad Antonio Razzi?

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop