19 mar 2014

La Dama Bianca potrebbe fare nome cognomi e indirizzi.

La legge consente ai corrieri della droga di ottenere sconti di pena nel caso in cui collaborino con gli inquirenti, facendo i nomi di chi ha fornito loro il carico e di chi doveva riceverlo.


Motivo per cui adesso molti - politici, imprenditori, dirigenti probabilmente riforniti dalla Gagliardi - con la coscienza sporca tremano per quanto potrà dire Federica Gagliardi - alias la Dama Bianca - che è stata trovata con 24 kg di coca nel trolley. Tutti i contatti della Gagliardi ora le voltano le spalle: e tutti quelli che l'hanno frequentata, aiutata a scalare posizioni (e che beninteso sono ancora estranei all'inchiesta) quasi la ripudiano. Salotti, politica e showbiz potrebbero essere investiti dagli sviluppi di quest'inchiesta.

A suo dire, la Gagliardi sarebbe stata incastrata, ma è tutto ancora da scrivere. Il trolley le è stato manomesso, ma occorre capire come non abbia percepito 24 kg in più nella propria valigia. E d'altra parte mi è difficile capire come, gli ignoti trafficanti, pensavano di riprendersi il carico una volta in Italia. E su questo punto si apre la possibilità, che la Gagliardi sia consapevole o meno, che vi sia una talpa anche in Italia col compito di evitare i controlli.

La questione, comunque, potrebbe avere dimensioni vastissime e proprio per questo, ora, potrebbe avere ulteriori difficoltà: indubbiamente, l'arresto della Gagliardi ha svelato l'esistenza di un'inchiesta. Chi ha la coscienza sporca, ora, sarà più attento.

Non è dunque da escludere che la talpa che pare abbia fatto la soffiata avesse l'intento solo di sacrificare una pedina, e in questo senso potrebbe avere un senso che la Dama Bianca dica di essere stata incastrata.




Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop