30 lug 2014

Cominciate a sdegnarvi.

L'articolo 48 della Costituzione è l'unico a contenere la parola «morale»: «il diritto di voto non può essere limitato se non per incapacità civile o per effetto di sentenza penale irrevocabile o nei casi di indegnità morale previsti dalle leggi».

Sarebbe quanto meno opportuno rivalutare, socialmente, i casi di indegnità morale: ci sono tanti atteggiamenti, perfettamente legali, ma che rendono qualcuno indegno, o quanto meno inadatto a ricoprire un incarico pubblico.

All'indegnità altrui corrisponde lo sdegno proprio: finché non ci si sdegna per un comportamento altrui - comportamento indegno come chi lo pone in essere - non si migliorerà mai la società: si delegherà sempre ad altri: al Parlamento di dichiarare illegale un certo comportamento, alla Magistratura di sanzionarlo, alle Forze dell'Ordine di prevenirlo. 

E intanto nessuno si sdegna.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop