22 lug 2015

Addio ai Meet Up del M5S: è la fine del sogno della democrazia diretta?

Con una lettera a firma di Alessandro Di Battista e Roberto Fico sul sacro Blog si stabilisce di fatto la fine dei Meet up, con ciò sancendo, ancorché in sordina, una svolta epocale nella gestione del Movimento. Che fossero importanti, i Meet up, non lo dico io ma lo dicono proprio Dibba e Fico nella loro letterina:


I meetup Amici di Beppe Grillo sono laboratori di condivisione di idee e di valori coerenti con i contenuti del blog di Beppe Grillo. Lo scopo dei meetup è creare cultura della partecipazione alla vita pubblica. Nascono spontaneamente tra persone che hanno voglia di riprendere un ruolo attivo nella propria comunità, e si incontrano per immaginare e realizzare insieme una migliore qualità della vita individuale e collettiva. Si organizzano secondo le esigenze dei partecipanti e assumono la forma più funzionale alle abitudini del territorio e di chi vi partecipa. Due sono in ogni caso gli elementi comuni qualificanti: contenuti e partecipazione. Nei meetup ci si occupa di temi, di bisogni e beni comuni che interessano il proprio territorio.

I cittadini che si impegnavano in prima persona erano la novità rispetto ai defunti partiti, che accentravano tutto e tutto decidevano senza dar conto al popolo. Ma nonostante ciò ci sono cinque regolette che di fatto sfasciano tutto quanto finora detto, ridetto ed affermato:
1) I meetup non possono usare il logo del Movimento Stelle, neanche modificandolo. 
2) I portavoce eletti non possono essere organizer o assistant organizer del meetup.
3) Gli organizer e gli assistant hanno un ruolo operativo e di facilitatori nei rapporti e nell’organizzazione interna, non hanno funzione di rappresentanza verso l’esterno. 
4) La comunicazione del Movimento 5 Stelle è curata dagli staff appositamente creati a supporto del lavoro dei portavoce dentro le istituzioni, o direttamente dai portavoce che non hanno la possibilità di avere uno staff di comunicazione. Qualsiasi dichiarazione agli organi di stampa degli iscritti al meetup viene effettuata esclusivamente a titolo personale o di un gruppo di cittadini impegnato su un tema, senza la spendita del nome di Beppe Grillo o del Movimento 5 Stelle. 
5) I meetup hanno ambito territoriale ristretto. Per la loro stessa natura orientata ai temi locali, non hanno motivo di esistere meetup regionali o nazionali. 

Quindi i Meet Up sono ufficialmente non ufficiali, non possono usare il logo del Movimento, non possono comunicare se non a titolo personale.

Vi rimando anche ai commenti così potrete rendervi conto del fatto che la cosa ha dato luogo anche ad un po' di discussioni e di malessere, specie in considerazione del fatto che pare proprio che si miri ad accentrare piuttosto che rivolgersi verso la tanto agognata democrazia diretta che, a questo punto, il cui sogno, già di difficile realizzazione pratica, sia definitivamente svanito.

1 commento:

  1. Un bel linguaggio. Estremamente popolare! C'è da aver fiducia per il futuro. Capisco che lo esige la rete, che parla in questo modo. Tutto è così distante di questi tempi. Spero di non perdere di vista l'armonia che crea il mondo.

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop