19 set 2010

In principio il Sole delle Alpi era un simbolo della gente ...

... ma adesso come dimostra il Fatto Quotidiano, la Lega ha depositato il marchio e quindi qualunque dubbio derivante dal fatto che un simbolo storico diventa simbolo politico svanisce: il sole delle alpi, stando alla documentazione prodotta dal Fatto, è il marchio della Lega Nord, peraltro in una scuola pubblica intitolata all'ideologo della Lega Nord (Gianfranco Miglio), in una città il cui sindaco è della Lega Nord.

La scuola (per di più pubblica) deve formare le menti e le culture delle nuove leve (sempre in virtù della differenza tra insegnamento ed indottrinamento).

Giusto per rinfrescarsi la memoria sulle politiche della Lega, al di là della versione un po' più edulcorata che già mi fa rabbrividire, invito a vedere cosa diceva Bossi di Berlusconi ed anche del tricolore, i vari discorsi deliranti di Borghezio, senza contare che nell'ottobre 2009 Gentilini è stato condannato in primo grado, col rito abbreviato, dal tribunale di Venezia alla divieto di parlare nei pubblici comizi per tre anni perché istigherebbe al razzismo. Non dimentichiamoci di Matteo Salvini e delle canzoni contro i Napoletani.

4 commenti:

  1. Si sono presi il Sole delle Alpi, si sono presi un pezzo della storia dei comuni, si sono presi il Nabucco di Giuseppe Verdi, si sono presi il verde per farne camice e cravatte, si sono presi pure le trote.
    Riescono a far sì che si parli sempre dei loro gesti spropositati e dominano la scena mediatica. Possono essere spazzati via da un altro movimento politico che spari sprpositi ancora più grandi, ma non è una buon presagio.
    saluti

    RispondiElimina
  2. Condivido l'analisi: se si fa questa corsa al rialzo certo non ne guadagna la qualità della politica.

    Saluti anche a te

    RispondiElimina
  3. teste di cazzo la scquola di adro è stata costruita con i soldi dei cittadini di Adro, non con i soldi pubblici!!!

    RispondiElimina
  4. Intanto modera il linguaggio: nessuno ti ha offeso e tu, qui, non ti permetti di offendere nessuno.

    In secondo luogo spero tu sappia che scuola si scriva SCUOLA e non SCQUOLA.

    In ultimo arriviamo all'unico motivo per cui ho pubblicato il tuo commento, che altrimenti se ne sarebbe andato diritto nel cestino senza tanti complimenti: anche i soldi dei cittadini di Adro sono comunque soldi pubblici. Non mi pare che non siano cittadini italiani. Quindi se quei soldi vengono gestiti male è interesse di tutto il paese, oltre che della comunità locale, far sì che ci non accada.

    Ah, dimenticavo, è stata una parte della cittadinanza a lamentarsi di queste cose e a farle conoscere al grande pubblico, non i comunisti.

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop