15 set 2010

La Padania NON esiste: spiegatelo al sindaco di Adro.

Dal vocabolario Zingarelli (2008) indottrinare significa istruire in base ad una determinata dottrina o ideologia, specialmente ai fini della propaganda politica. Questo mi è venuto in mente quando ho letto della scuola di Adro con i simboli leghisti.

Ecco perché la scuola di Adro non dovrebbe avere i simboli della Lega Nord (nè di altri partiti) e ma dovrebbe avere due uniche indicazioni iconografiche: il tricolore (non la bandiera della Lega Nord) e la fotografia del Presidente della Repubblica (che non è Berlusconi).


La scuola è un luogo di formazione culturale, istruzione appunto, ma non di indottrinamento, cioè istruzione sulla base di una dottrina politica. Quanto accaduto, con le relative reazioni assolutamente ridicole per provare a giustificare l'accaduto, mi sconfortano profondamente.

Sul tema tre dichiarazioni dimostrano tutta la ridicolaggine possibile di alcuni personaggi che, purtroppo, vengono pagati con soldi pubblici e/o che assumono pubblici incarichi. 

MaryStar sostiene «Mi piacerebbe che tutti coloro che hanno polemizzato col sinfaco di Adro insieme a me lo facessero per coerenza anche le mole volte in cui sono simboli della sinistra ad  entrare in classe e vi assicuro che è molto più facile questa situazione che non trovare i simboli della Lega» manifestando una profonda invidia per non poter dire: ce l'ho duro ed al contempo dichiarando che nei libri di storia si dovrà parlare di personaggi storici come Borghezio e Gentilini e non di Mazzini e Garibaldi (due terroncelli di serie B nonché comunisti della prima ora).
 
Che voi sappiate da qualche parte c'è la falce e il martello? Dov'è Carlo Marx? Spiegate a Mary Star che avere la foto del Presidente della Repubblica in carica che è stato comunista non vuol dire avere un simbolo della sinistra a scuola. Se Mary Star mi trova una sola scuola pubblica che porta i simboli del PD o un simbolo storico e notorio della sinistra sarò ugualmente critico.

Stemma del comune di Adro.

Il sindaco leghista di Adro Oscar Lancini (colui che umiliandoli vietò la mensa ai BAMBINI i cui genitori non pagavano la retta perché senza molte possibilità economiche) ha pensato bene di sostenere che il Sole delle Alpi è una immagine appartenente all'iconografia del comune di Adro (il che è vero se lo si estende all'iconografia celtica diffusa generalmente del Nord), ma se il sindaco è leghista, la scuola è intitolata a Miglio - ideologo leghista - e riporta il simbolo  che è anche quello leghista mi sento un po' coglionato. 

Il «beneamato» Lancini, in considerazione del fatto che lo Stato Italiano è uno stato laico (ma Adro sarà una succursale del Vaticano e nessuno lo sa) di IMBULLONARE i crocifissi: e «che a nessuno venga in testa di toglierli o coprirli» pur vivendo in uno stato laico e pur essendo quella scuola frequentata dal 7% di immigrati.

Tranquilli i salentini rimangono tra noi.
La Padania, invece, ha pensato bene di confondere una associazione culturale con un partito (ovviamente di sinistra perché giovava alla causa). D'altronde basta che diate un'occhiata al sito per vedere di che si tratta e che non sono un pericoloso partito comunista che vuole attentare all'unità nazionale.

Sul blog Il concetto di Banana il video esclusivo censurato da Ecclestone di un incidente ai box.

2 commenti:

  1. Siamo andati oltre, da molto tempo oramai.
    Un tempo ci ridevo ma conosco il tema (scuola e politica) e il fatto è grave.
    La Padania non esiste, come "non esistevano" i Paese Baschi, ma potrebbe esistere (tra 30-50 anni) - ne sono orrorizzato - se si continuasse con queste politiche.

    RispondiElimina
  2. Se dovessero continuare ad essere queste le politiche, spero che la Padania non esista mai. Le politiche che la Lega Nord porta avanti mi rimandano all'intolleranza verso gli islamici, verso gli immigrati, verso i napoletani e i "terroni" in genere. Questo focolaio di intolleranza mi spaventa e mi indigna.

    Non mi risulta, tuttavia, che il partito maggioritario che governa i Paesi Baschi inauguri una scuola pubblica (pagata cioè o da tutta la Spagna o anche solo dalla comunità autonoma basca) con un simbolo di partito; nè mi risulta che in queste zone esistano politici "diplopatici e raffinati" come Borghezio e Gentilini. Forse per questo lì sono riusciti a conquistare una fetta di autonomia.

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop