22 feb 2011

La comicità del Giornale.

Al Giornale si dedicano al ridicolo, riuscendoci anche abbastanza bene, ed in modo molto spontaneo. Il Fatto Quotidiano aveva lanciato un sondaggio all'interno del quale chiedeva di votare chi fosse il più inesauribile giustificatore dell'ingiustificabile.


In nessun punto dell'articolo si incita alla violenza nè si vuole far ammazzare alcun esponente del centro destra. Ma Stefano Filippi de Il Giornale, con sprezzo del senso del ridicolo, titola: Gli anti cav: A morte i berlusconiani. Ovviamente è una cavolata sesquipediale cui crederanno tutti quei lettori del Giornale che non andranno a controllare e prenderanno per oro colato quello che viene loro detto.



Filippi accusa Travaglio e a conferma di quanto dice riporta alcuni commenti non proprio amorevoli, ma dei quali Travaglio non può avere responsabilità. A corollario, Filippi riporta quanto accaduto a Tucson e gli oltre 20 mila voti: cifre da capogiro per il Giornale.


Soprattutto Filippi dimentica che al Giornale dovettero scusarsi in fretta e furia  ed eliminare fior fiori di commenti per quello che scrissero i lettori su Saviano; oppure i commenti sui terremotati abbruzzesi; oppure i complimenti mandati tramite Facebook a Vendola ed ai gay o, sempre in tema di gay, la scelta dell'Argentina di legalizzare i matrimoni omosessuali

Ecco Filippi ha la memoria corta: quando parlano a sproposito di doppia morale, per esempio, citando la Boccassini o Vendola sono bravissimi, ma poi quando si tratta di loro dimenticano quanto è successo anche nel recente passato.

E, andando indietro nel tempo, il vaffa dei lettori ai futuristi? E quel sondaggio sul fatto se fosse giusto o meno che Berlusconi governi? Ce lo siamo dimenticato?


E il finto volantino delle BR che minacciava Guzzardi? Le strane storie su Fini? E il metodo Boffo?


Non istigano più alla violenza i tafferugli in Parlamento? E Cicchitto che accusa Travaglio, Santoro e l'IDV di essere mandanti morali del lancio della statuetta a Berlusconi? No questo non istiga alla violenza vero?

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop