13 mag 2011

L'ottimo metodo del PD per perdere perennemente le elezioni.


Gennaio.
26/01 - Primarie per il sindaco di Napoli: vanno a votare anche molti cinesi e vengono sollevati alcuni sospetti di brogli. Primarie seriamente delegittimate e figuraccia del Partito Democratico a livello nazionale. Basterebbe far votare gli iscritti e passa la paura:  questi ultimi forse aumenterebbero, nessun sospetto di brogli e dimostrazione di organizzazione perfetta.

31/01 - Sempre in tema di primarie, ma a Cagliari, il candidato di Sinistra e Libertà vince sul candidato del PD. Già era successo a Novembre alle primarie per scegliere il sindaco di Milano, ma nel frattempo Bersani continuava a correre appresso a Casini e a Fini che più volte gli hanno detto di no.


Febbraio
01/02 - Nonostante il segnale chiarissimo degli elettori del PD a Milano e a Cagliari, che indicano come la preferenza verso i candidati di Sinistra e Libertà, Enrico Letta continua a sostenere che si può dialogare e talvolta anche appoggiare un governo di segno opposto al PD purché non ci sia Berlusconi, il quale, è ovvio che poi avrà buon gioco a dire che è perseguitato.


02/02 - Nicola Rossi, senatore PD, lascia la politica, per quanto è rimasto deluso sia dal suo partito sia dal dover quotidianamente seguire le vicende personali del premier.

06/02 - Casini continua a dire che l'alleanza con PD non s'ha da fare. Ah, peraltro, chi farebbe il premier?

11/02 - Il PD propone a De Magistris di candidarsi a sindaco, De Magistris risponde: «Non vorrei candidarmi e vorrei rimanere parlamentare europeo. Se serve ad unire e non ci sono alternative potrei pensarci».


15/02 - Bersani propone a Bossi un patto per il federalismo dicendo: so che la Lega non è razzista. Borghezio, Bossi e Gentilini ringraziano ridendo, facendo l'occhiolino e dandosi di gomito.

24/02 - Il PD propone a Cantone di candidarsi a sindaco di Napoli. Ma Cantone risponde: «Ciascuno deve fare il proprio mestiere».

25/02 - Sul pasticcicaccio brutto delle primarie a Napoli sono costretti ad indagare i magistrati

Marzo.
02/03 
- De Magistris cambia idea e decide di candidarsi. Ma il PD dice: no è una scelta unilaterale. Ma non gliel'avevano chiesto loro?!?!

- A conferma che la Lega Nord non è un partito razzista, in Friuli il capogruppo regionale della Lega propone che gli immigrati libici vadano a lavorare in  campi di lavoro in Aspromonte.

- Giornata nera per il Partito Democratico: si dimettono 31 consiglieri del Comune di Napoli (7 ex esponenti del PD) provocando lo scioglimento del comune ed il commissariamento fino alle elezioni in primavera. 

04/03 - No no no, scusate: per lo scioglimento del comune di Napoli c'è un vizio di forma. Rosetta, resti per favore. 

05/03 - Abbiamo raccolto 10 milioni di firme contro Berlusconi. Ora deve dimettersi. Bel modo di fare opposizione. Specie dopo i dubbi e gli imbarazzi di alcuni stessi uomini del PD. Ah: ovviamente Berlusconi se n'è bellamente fregato delle firme, ed è ancora al posto suo.

10/03 - Ci si mette anche Chiamparino: il PD non ha futuro. Appunto.

16/03 - Votazione sull'election day: proposta la mozione da Franceschini. Beltrandi (PD) vota contro e la mozione è bocciata per un voto. Altri dieci del Partito Democratico assenti ingiustificati. Bruciati 300 mln di euro e compromesso il quorum per i tre referendum. Forse gli assenti stavano ancora cercando i banchetti per firmare contro Berlusconi.

18/03 - La dichiarazione di Vannino Chiti e la dichiarazione di Maurizio Gasparri sulla decisione relativa al Crocifisso sono uguali. 

Aprile
06/04 
- Viene reso noto che già da febbraio, a Tivoli, 42 giovani democratici su 44 decidono di passare dal Partito Democratico al partito di Vendola (SeL). Serve altro a capire con chi allearsi?

- Borghezio sostiene che il Tricolore è buono per pulire la cacca di piccione e che il sud è una palla al piede

11/04 - Sposetti, deputato del Partito Democratico, propone di estendere i rimborsi elettorali anche alle fondazioni, con aggravio delle casse dello Stato. E si aggiungerebbero ai 300 milioni bruciati grazie al mancato election day.

13/04 - A distanza di poche ore l'uno dall'altro Castelli e Speroni confermano l'idea che aveva Bersani, cioè che la Lega non è razzista.

26/04 - A distanza di poche ore dalle esternazioni di Giovanardi sui gay, Gobbi, del PD, pensa bene di dargli ragione ed il sindaco, leghista, di Trieste vuole multare i baci gay in pubblico. Bersaniiiii???

29/04 - No: nella Lega non ci sono gay: è una questione di DNA. Questo sì che significa non essere razzisti. Ah: non dite niente di Stefano Guida, esponente gay della Lega. Potrebbero incavolarsi ... i leghisti per il fatto che sia gay e anche un po' i gay per il fatto che sia leghista.


Maggio
07/05 - Borghezio temeva che Bersani non si fosse ancora convinto e ha dichiarato che Napoli puzza e fa schifo.



L'unica speranza è che l'autogol della Moratti torni utile

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop