13 mar 2012

Libero: a Belpietro & co. non la si fa.

Libero si conferma giornale d'inchiesta e sempre sul pezzo e con articoli di stringente attualità e di prioritaria importanza. 

Come per esempio l'appello affinché il presidente Napolitano si muova in prima persona per liberare i marò in India. La dicitura: Libero a fianco dei due marò italiani in carcere in India fa subdolamente capire che Napolitano (e il Governo Monti) non sono a fianco dei marò, quando non è proprio così. Il che ricorda il boicottaggio delle merci indiane rilanciato dal Giornale.

Segue ulteriore sondaggione: chi fa più pena tra Bossi e Berlusconi?


Sentite anche voi l'impulso di condividere le battaglie, gli appelli ma soprattutto i sondaggi che Libero ci propone? Io ho sentito altri impulsi, ma dubito che vi interessi della vita della mia flora intestinale e della mia diuresi. 

Ma Libero il colpo grosso ce lo riserva sul ministro Giarda. Roba da far accapponare la pelle. Un dossier compilato grazie a fonti riservatissime, che hanno trasmesso file di una delicatezza unica sul ministro. Costui ha le orecchie a sventola e nientemeno il Corsera vuole nascondercelo perché in ginocchio ai piedi del governo Monti. Non ci credete? Guardate qui:



E con tanto di fotogallery con le vere orecchie di Giarda (giuro che la dicitura è riportata testualmente).

Cosa dire: a Belpietro & co. non la si fa di certo.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop