27 nov 2012

Non siamo tutti Sallusti ... ma siamo tutti Pablo Herreros.

PABLO HERREROS - BLOGGER
Nel novembre 2011, la trasmissione La Noria si occupava del caso di Marta Del Castillo, una ragazza di Siviglia uccisa dall'ex fidanzato assieme a un amico, il cui corpo non è mai stato rinvenuto. 

Viene intervistata la madre di uno dei colpevoli che s'intasca 10 mila euro per l'intervista. Con le debite differenze è qualcosa di analogo alle polemiche sull'intervista a Schettino a Quarto Grado. 
 

E non c'è da meravigliarsi dell'analogia visto che Telecinco, canale su cui andava in onda La Noria, fa parte del gruppo Mediaset. Come Rete Quattro.

Ebbene Pablo Herreros lancia una petizione su Change.org chiedendo agli inserzionisti di non rendersi complici di quel comportamento quanto meno poco etico (cioè il pagare l'intervista alla madre di un assassino). Petizione accolta: inserzionisti ritirati e trasmissione chiusa.

Solo che Mediaset adesso chiede 3 anni di carcere per Herreros e 3,7 milioni di euro di risarcimento danni. Altro che Sallusti. Pablo Herreros non è stato definito in via definitiva come un soggetto pericoloso. Nè ha diffamato nessuno. 

Quindi - per coerenza - se si chiede che Sallusti non vada in galera, per coerenza non dovrebbe andarci nemmeno Pablo Herreros.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

1 commento:

  1. Coerenza...
    Al cambio, quanti milaeuro fa?


    (ps. un sondaggino (anche se lascia il tempo che trova...) di ZeusNews (http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=18556) dà 1/3 dei votanti favorevoli alla galera per i giornalisti diffamatori).

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop