28 nov 2012

Calderoli ci riprova con la legge elettorale: va bene la democrazia ma lui ora tacesse.

CALDEROLI MOSTRA I MUSCOLI DOPO IL
PORCELLUM
Sicuramente il bello di un paese democratico è che ognuno può fare la proposta che crede e vedersela approvare, respingere od emendare.

E il bello della democrazia è che anche se - come Calderoli - appartieni ad un partito che ha nel proprio statuto il volersi separare dalla Repubblica italiana hai la possibilità di poter contribuire ad una legge elettorale che poi lo stesso autore definisce porcellum.

Spirito critico direte voi. Io penso invece sia un po' incoerente. Anche perché adesso Calderoli ci riprova. 

CALDEROLI DOPO
CHE HA PENSATO
LA NUOVA LEGGE
ELETTORALE
 Orbene, va bene la democrazia, ma lasciare ancora spazio ad uno che non solo non riconosce la Repubblica Italiana pur essendosi preso lo stipendio da parlamentare e da ministro, ma che ha già combinato abbastanza guai; il tutto per fargli fare una legge importantissima come la legge elettorale, ebbene: anche in un paese democratico ci vorrebbe uno che gli dicesse: no, grazie ora basta. Hai avuto la tua possibilità e hai sbagliato. Addio.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop