26 mar 2013

Tanto per chiarirci.

Quando un blogger è agli inizi deve farsi conoscere. È normale quindi che tra le strategie di promozione si crei una rete di bloggers che comincia a seguirti,  che reblogga quello che fai, che linka il tuo blog nei blogrolls. È normale. Anche io l'ho fatto.


E qui occorre segnalare lo scambio links, dal seguire un dato blogger. Lo scambio link serve a dare visibilità. E quindi dev'essere reciproco. Altrimenti tu hai visibilità a me e non ricambi. In un'ottica di strategia pubblicitaria è fallimentare.

Ma seguire un blog per farsi ricambiare, non ha molto senso. Col tempo ho ritenuto sia una forma di ipocrisia sottile. Ti seguo non perché trovo interessante quello che dici, ma perché voglio che mi segui. Poi non passo mai sul tuo blog, e ciccia.

Chiariamo un punto: qui sono bene accetti tutti, e non sempre riesco a visitare frequentemente tutti i blog che seguo. Ma la policy è questa: sono tutti bene accetti finché siete su livelli civili. Se non vedete il commento pubblicato subito è perché è in moderazione. Capita che a volte io sia fuori casa non essendo ai domiciliari. Lo scambio link è reciproco, altrimenti non ha senso; ma il seguire il blog e/o le pagine social segue da parte mia un fattore di interesse. Seguo chi mi interessa. Se l'interesse è reciproco, ben venga. Altrimenti pazienza.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop