24 apr 2013

Funerale a De Magistris .... sembra quasi una minaccia.

Giorni fa, in piazza Vanvitelli al Vomero, quartiere che frequento spesso e che quindi conosco particolarmente bene, si è svolta una manifestazione legittima, ma molto macabra. Una carro funebre. Una bara. Una croce di legno alla cui sommità compare un cero acceso, al centro c’è la foto del sindaco di Napoli Luigi de Magistris e nella parte inferiore, in bella evidenza, un fiocco e una ghirlanda di fiori viola in segno di lutto. Ma soprattutto nessuna reazione. Anzi, quasi compiacimento.


Non sto qui a sindacare la condivisibilità dei motivi della manifestazione, nè mi preme particolarmente discutere adesso l'operato del sindaco. Napoli - come spesso ho detto - ha ampi margini di miglioramento per quanto riguarda i trasporti, il traffico e la sicurezza (per citare tre temi particolarmente delicati). Come qualsiasi metropoli, peraltro.

Non vorrei, però, che questa, come altre manifestazioni a tratti meno macabre, ma forse più esasperate, potessero essere sintomo di una minaccia vera verso il sindaco e verso la città. Da parte mia dico solo che governare una città complessa come Napoli e risolverne i problemi accumulati e mai risolti in decenni non è cosa facile e non si può sperare che ciò avvenga in pochi mesi.

E aggiungo anche che con ogni probabilità la maggior parte di coloro che hanno da ridire su sindaci, presidenti e dirigenti non propongono niente di niente in alternativa. Anzi: fallirebbero al Monopoli dopo mezz'ora.

E allora se questi commercianti sono così esasperati, suggerirei loro di cacciare i coglioni e contribuire alla costituzione di una associazione antiracket ancora inesistente al Vomero.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop