25 apr 2013

Napolitano non rieleggibile: bufala

La nostra Costituzione prevede che il Presidente della Repubblica possa essere rieletto, immediatamente dopo la fine del mandato, e senza particolari limiti. Difatti la Costituzione recita all'articolo 85: «Il Presidente della Repubblica è eletto per sette anni».

Solo per prassi costituzionale - oltre che spesso per limiti anagrafici degli interessati al bis del mandato presidenziale - si è ritenuto sempre di non reiterare la carica. Astrattamente parlando, niente di niente vieta a chi abbia 50 anni compiuti, età minima per diventare presidenti della Repubblica, di essere eletto e rieletto ogni sette anni finchè ha forza e vita dinanzi a sé.

È cirolato, ieri, un documento secondo il quale i nostri Padri Costituenti avrebbero deciso la non rielezione del Presidente della Repubblica. È fin troppo evidente che questa visione prevista dalla sottocommissione fu poi bocciata dalla seduta plenaria. Qui, difatti, specificamente a pagina 6, potete vedere come Togliatti considerasse restrittivo il divieto assoluto di rielezione, mentre Moro riteneva che porre il divieto di immediata rielezione, in sostanza dovendo aspettare sette anni dopo i sette anni del proprio mandato, di fatto consistesse di fatto in un divieto assoluto. Ergo: hanno approvato la formula che conosciamo che consente la rielezione immediata e senza limiti.

Se analizziamo, poi, l'articolo di Andrea Succi che ha diffuso questa balla, vediamo che confonde i lavori preparatori con il testo costituzionale definitivo. Nei lavori preparatori si era considerata l'idea di porre dei limiti. Ma i lavori preparatori possono solo chiarire le idee sulla portata della norma, in realtà qui molto chiara.

Sempr l'articolo dice: «Ma se ci fosse qualche volontario pronto a impugnare la Carta di fronte alla legge se ne potrebbero vedere delle belle…». E qui abbiamo sfoggio di ignoranza della legge italiana. La Costituzione non si impugna dinanzi alla legge. Semmai è la legge che si impugna dinanzi ad un tribunale (la Corte Costituzionale), per stabilire se è conforme o meno alla Costituzione. Se la legge non è conforme a Costituzione (e non il contrario) si abroga o modifica la legge.
Nulla di nulla osta alla rielezione del Presidente della Repubblica nelle forme previste dalla legge. Niente golpe, nè golpettino, nè golpe soft, nè divieto di rielezione. Tutte balle. 

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop