14 giu 2013

Questo processo non s'ha da fare ....

Come segnala il Movimento 5 Stelle della Campania, il regolamento del MoVimento 5 Stelle prevede che:


“I parlamentari del M5S riuniti, senza distinzione tra Camera e Senato, potranno per palesi violazioni del Codice di Comportamento, proporre l’espulsione di un parlamentare del M5S a maggioranza. L’espulsione dovrà essere ratificata da una votazione on line sul portale del M5S tra tutti gli iscritti, anch’essa a maggioranza”.

Orbene, il regolamento prevede il divieto di partecipare ai talk show, ma non il divieto di rilasciare opinioni critiche su Beppe Grillo. Opinioni critiche, peraltro, giunte recentemente espresse anche da Rodotà, che indicato come candidato presidente della Repubblica alle Quirinarie, e Dario Fo.

Si può discutere se Grillo sia o meno il problema, si può discutere se e come cambiare rotta, l'importante è il poter discutere di strategie senza essere per questo sfanculati. Anche perché da uno che manda a fanculo tutti, ottuagenari e tombe maleodoranti comprese, poi mi aspetto che accetti coerentemente delle critiche poste civilmente, peraltro.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop