19 ott 2013

Razzismo spicciolo e responsabilità morali.

Un paio di giorni fa, una signora di Fuorigrotta, quartiere popolatissimo della mia Napoli, ha gettato dell'acido su un bambino rom. 

Mi rivolgo a chi attacca i rom, accusandoli di essere la causa di tutti i mali di questo paese. Mi rivolgo a chi ha pensato di sfogare la propria rabbia contro un morto, ancorché autore ignobile di uno dei più tremendi atti che la mente umana potesse concepire. Mi rivolgo a chi vuole il negazionismo come reato.


Ecco:  in questo caso, chi attacca tutti i rom e tutti gli extracomunitari indicandoli tutti come gentaglia, specificando che è gente che va mandata via a calci in culo, non esprime solo un'opinione indegna e meritevole di repulsione, esattamente com'è quella che nega l'esistenza dell'Olocausto. Fa qualcosa in più: istiga le persone a non affidarsi alla giustizia dello Stato, che decide chi è causa di un danno o autore di un reato. Istiga a farsi giustizia da solo.

Ed è giusto che porti la responsabilità morale delle conseguenze delle proprie idiozie.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop