19 ott 2013

Possiamo considerare la deficienza come reato?

L'Olocausto esiste. È dimostrato storicamente. E chi lo nega, nega l'evidenza. Non so se lo faccia per stupidità, per ignoranza, o per motivi di cui non ne comprendo la genesi né l'opportunità. Ma è solo un'opinione falsa, imbecille, schifosa e ripugnante e come tale va considerata. E come tale va anche considerato chi propugna quest'opinione. 


Ma quest'opinione, per quanto  falsa, imbecille, schifosa e ripugnante, non sono così sicuro debba essere considerata come reato, né chi la propugna come un criminale. Quest'opinione dovrebbe solo generare ripugnanza sociale ed isolamento. Sanzionarla come reato potrebbe generare, in chi propaga simili idiozie, la distorta convinzione di essere anche un martire: e come tale non sono così sicuro che tali idiozie scompaiano.

Non vorrei, infine, che voler inserire il reato di negazionismo fosse solo sintomatico del timore che non vi sia questa ripugnanza sociale e quest'isolamento di cui sono meritevoli i negazionisti. Sui quali ribadisco: sono persone che godono di tutto il mio disprezzo.

Anche perché tutto ciò è diverso dall'odio razziale: sostenere che l'Olocausto sia stata cosa buona e giusta è apologia, reato già previsto dal codice penale. E soprattutto se si sostenesse altrettanto ignominiosamente che l'Olocausto sia cosa buona e giusta se ne affermerebbe l'esistenza. Quindi, in tal caso, non parliamo di un negazionista: parliamo solo di un nazifascista che oltre a spandere escrementi può essere socialmente pericoloso, in quanto non si limita ad esporre un'idea folle. Ma la esalta, e, nel caso dell'istigazione (previsto anch'esso dal codice penale), cerca ed incentiva attivamente proseliti per applicarla. 

Piuttosto, nello sciagurato caso in cui la folle tesi negazionista non generi la necessaria quanto giusta ripugnanza sociale, mi preoccuperei maggiormente della società che accetta tali ripugnanti scemenze, senza isolarle e senza giudicarle come idiozie degne solo di essere merda. E in tal caso il problema temo sia solo sociale e culturale piuttosto che giuridico.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop