29 mar 2014

Il dogma pentastellato.

Quando sento parlare alcuni esponenti pentastellati - specie quando li sento discutere di dissidenti, espulsioni, contestazioni - non posso fare a meno di pensare ai cattolici duri e puri. 


I pentastellati di ferro dicono: «le regole del Movimento sono queste, quando vi siete candidati lo sapevate, se non vi piacciono arrivederci».

Anche i cattolici duri e puri chiosano contro ogni innovazione divorziati, separati e omosessuali et similia. E le risposte anche lì fatte con lo stampino: le regole son quelle e sono immodificabili.
di sorta nel cattolicesimo: la messa in italiano e non in latino, le aperture di Papa Francesco verso divorziati e gay.

Tuttavia, per quanto io pensi che il puritanesimo non vada bene in alcun ambito, lo penso ancora di più in ambito politico. La politica, nel senso migliore del termine, è sintesi, confronto, integrazione. 

Orbene, spero per la salute dei pentastellati, che questa loro sindrome di accerchiamento finisca presto.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop