05 lug 2014

Vita on line e vita off line.

Non vorrei parlare del Movimento 5 Stelle, vorrei per un po' dedicarmi ad altro. Poi vedi Debora Billi che per il gusto di una battuta ritiene che sia morto il Giorgio sbagliato (Giorgio Faletti al posto di Giorgio Napolitano).




Poi le scuseovvie e dovute. Resta l'amaro in bocca nel constatare che ci si comporta su Facebook come se si stesse mangiando una pizza a casa propria con gli amici più intimi, quando si possono dire le peggiori scemenze senza conseguenze. 

Di fatto una dimensione distorta dei social network anche da parte di chi si fa promotore dell'utilizzo della Rete e di fatto nulla di diverso dalla barzelletta sulla mela che odora di fica che Berlusconi raccontò a suo tempo. Divertente per una serata all'osteria, impropria in un contesto pubblico: in questo la vita on line  e la vita off line non si differenziano.


p.s. il twit è ancora on line e conta 142 retwit: 142 utenti che hanno trovato tutto ciò divertente e non hanno ritenuto di doversi scusare.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop