09 apr 2010

Come hanno provato a truffarmi con mail «farlocche». Piccoli suggerimenti per stare attenti alle truffe.

Di seguito riporto la mail il testo della mail che mi è giunta l'altro ieri e che è di sicuro una mail truffaldina, anche perché ho contattato via mail lo Staff di Interfree che mi ha confermato di non averla spedita.

Gentile Utente Interfree.IT,
Stiamo aggiornando il nostro servizio di webmail con l'aggiunta di più spazio e l'installazione del nuovo 2010 anti-virus, anti-spam per consentire ai nostri utenti webmail stima di godere dei loro account senza alcun effetto mail.To spam il nostro servizio vi sono consigli per riconfermare il sotto requirementfor servizio attivo.
Interfree.IT ID::
Interfree.IT Password:
DATA DI NASCITA:
CAP:
Contattate il nostro Customer Care Service e-mail: webaccount_supportservice@movmail.com
La mancata per voi per ri-confermare i suddetti dettagli il tuo account sarà eliminato dal nostro servizio di webmail.
Nota: la password e Id rimarrà la stessa di prima della onlydifferent si verificherà sarà grande spazio e nessuna mail di spam ammessi.
Grazie per la comprensione. Interfree.IT servizio webmail

Richiamo la vostra attenzione su alcuni elementi che sono standard di molte delle mail truffaldine. In primo luogo è una mail che non ha un destinatario preciso: è spedita ad un generico utente. Questo elemento tenetelo presente se vi arrivano mail «farlocche» dalle Poste Italiane (ne ho contate 5 sul mio indirizzo email da febbraio ad oggi) o dalle banche: in genere vi dicono con toni allarmistici e mettendovi urgenza che c'è un problema sul vostro specifico conto chiedendovi dati personali sullo stesso ... ma non sanno il vostro nome e cognome.

In secondo luogo è una mail scritta in modo assolutamente sgrammaticato: era più comprensibile quello che ho scritto io il 01 aprile che la mail (addirittura qualche parola è in inglese in una mail scritta in pseudoitaliano).

Terzo punto la mail non proviene dagli indirizzi di Interfree.it ma da un altro indirizzo ed analogamente avviene per la risposta con i dati da spedire ad un altro indirizzo: anche questo blog ha un indirizzo email, ovviamente è così anche per le banche, per i webmaster e per le poste. La non coincidenza tra le mail certo non è buon segno, senza contare che per Poste Italiane non ci sarà mai richiesta di dati sensibili via mail o via sms (SMishing).

Ultimo punto che riguarda la specifica mail: che necessità c'è di comunicare i dati sensibili con l'aumento delle prestazioni, se poi questi dati non cambiano?

Mi raccomando, quindi, basta un pizzico di buon senso quando leggete le mail ed anche un piccolo trucco che personalmente utilizzo (motivo per cui quasi non mi accorgevo di avere cinque mail farlocche di poste italiane): impostate nel vostro programma di posta un filtro (sapete cosa sono i filtri giusto?) in cui dirottate tutte le mail che hanno in oggetto la parola SPAM che troverete in ogni mail di spam che vi arriva sulla casella: in tal modo eviterete perdite di tempo.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop