01 ago 2010

Specchio specchio delle mie brame, Bondi è il più devoto del reame??

Il quadro che emerge dalle rivelazioni ad un noto giornale che tratta di politica, Novella 2000 e riprese da L'Espresso, sul ministro Biondi non è certo un quadro confortante, casomai qualcuno lo avesse.

Una parte è decisamente credibile e conferma l'idea che del ministro ho sempre avuto: quella dell'uomo desideroso di potere da qualunque parte questo arrivi. Adesso Bondi per compiacere il capo è il massimo sostenitore del pericolo comunista, ma egli stesso è stato prima dirigente del PCI e poi sindaco comunista di un piccolo comune. Da che pulpito viene la predica, quindi. Ma sono convinto che sosterrebbe con fervore anche il pericolo di un attacco marziano se Berlusconi lo ritenesse opportuno. D'altronde a specifica domanda, Bondi rispose che Berlusconi è perfetto ed è totalmente privo di difetti. Se qualcuno lo dicesse di me potrei preoccuparmi (o cominciare a chiedere periodicamente dei soldi).


Peraltro, secondo l'ex moglie di Bondi, questi è totalmente devoto a Berlusconi tanto da trasferirsi in una orrenda casa ad Arcore ed è gelosissimo della Brambilla: secondo la Podestà era caduto in depressione quando forse la rossa (comunista?) avrebbe dovuto essere nominata coordinatrice del PDL.

Insomma tutto questo quadro pubblico penso sia decisamente verosimile e corrispondente al Bondi che conosciamo e che si è manifestato in questi anni di Berlusconismo. Chissà se si riciclerà ulteriormente più di quello che lui ed altri compagnucci hanno fatto, nel momento in cui sopravviveranno a Berlusconi o si godranno pensioni d'oro.

Il quadro privato lo accolgo con maggiore serietà rispetto alla sua vita politica dalla dubbia coerenza, quanto meno perché si tratta di temi delicati: nelle accuse della Podestà marito traditore (poco scaltro al punto da portare la moglie a casa dell'amante e farsi beccare: allora lo fai apposta!) e violento, oltre ad essere un padre assente.

Qua è la parola della Podestà contro la (auspicabile per lui) smentita di Bondi: se dovesse ammettere di aver schiaffeggiato la moglie, oltre ad averla tradita (e aver fatto anche ipocritamente finta che tutto andasse bene) penso che qualche giustificazione in più dovrebbe darla.


p.s. Visto che bel concetto di famiglia tra Bondi, Bossi, Berlusconi e Casini? Cos'hanno in comune? Avere delle mogli che sono ex e rompere i maroni con il valore cristiano della famiglia: che vogliamo fare, chi predica bene e razzola male non lo sopporto. Quindi la prossima volta che vanno a sbaciucchiare e a slinguazzare l'anello papale o la prossima volta che parlano del valore cristiano della famiglia, di partito dell'amore ed altre menate simili, cortesemente rigurgitate un sonoro invito ad andarsene al Polo Nord.


p.p.s. Nella foto Bondi, immortalato dal noto Tg indipendente di retto da Emilio Fede, mentre mostra il modo corretto di rapportarsi a Silvio Berlusconi. Mi raccomando quando dico Silvio Berlusconi scattate tutti in piedi a fare anche un mega inchino (in pratica dovete arrivare a baciarvi le ginocchia).

3 commenti:

  1. Talvolta mi da l'aria di Waylon Smithers dei Simpson, rapportato al signor Burns, che è ovviamente il papi! :D

    RispondiElimina
  2. il senso della coerenza è una cosa rara :-)) bel post

    RispondiElimina
  3. Sì, Rospo, il paragone tiene, non c'avevo pensato :-). Carmine condivido: la coerenza è merce rara e per questo pregiata, grazie per il complimento :-)

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop