11 ago 2010

Tette provocanti e topless generosi ...

Foto molto sobria di classica ragazza casa e chiesa
Tra Anzio e Lavinio una ragazza si spalmava la crema in topless, solo che a detta di una mamma di due ragazzi di 12 e 14 anni questa ragazza aveva un topless troppo provocante, causato da un seno prosperoso e forse anche dal gesto di spalmarsi la crema.

La ragazza è stata denunciata dalla mamma bacchettona per atti osceni in luogo pubblico. Le ipotesi sono due:
a) la mamma è invidiosa della ragazza, e contestualmente morbosamente gelosa dei suoi ragazzi che adesso la odieranno a morte e, non appena avranno terminato la sessione di 500 pugnette consecutive, penseranno di rinchiuderla in qualche manicomio criminale.

b) avrà notato un centinaio di miliardi di ormoni correre come un orda barbarica e quindi ha deciso di prendere in mano la situazione.


Da parte mia, francamente, continuo a ritenere che ci siano cose peggiori per cui scandalizzarsi, e soprattutto ringrazio questa amabile mamma, perché adesso il nostro sistema giudiziario avrà una causa inutile in più su cui dover giudicare. Se i nostri tribunali non fossero già oberati di lavoro mi verrebbe da denunciare proprio questa mamma per i danni che provoca al sistema giudiziario la sua, come d'altronde altre, inutili denunce. 
Una delle 2.390.000 foto visibili scrivendo topless su Google

Trovo molto più osceno che grazie al genio di questa donna che ha compiuto questa denuncia, presumibilmente per tre gradi di giudizio giudici, avvocati e cancellieri (e chi sa qualche perito) saranno impegnati a disquisire se massaggiare la tetta per cospargere la crema sia atto osceno. Immagino l'interrogatorio: signorina, lei massaggiava in senso orario o antiorario? E, mi dica, il capezzolo lo stimolava? Si è accorta che i ragazzini erano in piena tempesta ormonale come d'altronde tutti i ragazzini a quella età? Non oso immaginare, poi, eventuali testimonianze o dimostrazioni pratiche sul tema.


Questa mamma, infine, al di là del processo per coerenza si preoccuperà dei film con esplicite scene sessuali, dovrà sottrarre il pc ai figli o controllarli 24 ore al giorno, dovrà evitare la tv in cameretta, dovrà preoccuparsi di veline, letterine, letteronze e scosse. Magari li porterà dall'oculista cinquanta volte l'anno temendo che diventino ciechi, perché no dall'esorcista. 

Recuperatela finché siete in tempo. E poi avrà allattato i suoi due bimbi qualche volta al parco, quindi non ci venga a fare la morale (risento troppo delle inchieste stile Feltri-Belpietro, perdonatemi se potete).

Per quello che riguarda il comune senso del pudore, penso che sopravviverà alle mode e si evolverà con i tempi, mantenendo un nocciolo duro che difficilmente sarà scalfito da un topless o da qualche foto osè.

2 commenti:

  1. Ipotesi C. La mamma di cui sopra è scopata poco e male.

    RispondiElimina
  2. Ipotesi C decisamente verosimile ...

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop