13 dic 2010

"Donne violentate? Indurre in tentazione è peccato. Molte non lo ricordano". Parola di Pontifex.Roma

Adesso l'hanno sparata grossa: Donne violentate? Indurre in tentazione è peccato. Molte non lo ricordano.  Bruno Volpe (autore dell'articolo) non è nuovo a queste cose: dato che nel giugno 2010 aveva già proposto un'argomentazione simile, beccandosi anche diversi commenti contrariati.

Insomma il lupo perde il pelo ma non il vizio: da parte mia sono rimasto agghiacciato per un paio di giorni quando ho letto l'articolo. Non sono riuscito a trovare parole adatte a commentare questo schifo se non che non c'è giustificazione allo stupro. Nessuna tentazione può giustificare un atto così criminale che, casomai sfuggisse, lascia segni indelebili sia fisici che psicologici in chi la subisce. Per ora provo solo schifo.

Per il resto sono assolutamente schifato da quello che ho letto.

2 commenti:

  1. Certe cose non le tollero!!E' come paragonare il maschio uomo ad una bestia che vive di puro istinto primordiale...

    RispondiElimina
  2. Difatti: quello che ci distingue, o dovrebbe distinguerci, dalle bestie è proprio l'autocontrollo. Una donna può essere bella, provocante e sensuale quanto ti pare: ma se ti dice di no è no e va rispettato e ci si deve saper controllare.

    Spero che presto lo chiudano questo sito dato che sono mesi che continuano così.

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop