23 apr 2011

De Mattei e Brunello Volpe fanno a gara a dirla più grossa.

Non riesco più a sentire cose del tipo che l'Impero Romano era caduto per colpa dei gay oppure che lo tsunami sia una punizione divina oppure ancora Messina sia stata punita per il suo ateismo, e Varsavia per gli aborti. Specie se chi dice queste cose è vicepresidente del CNR.


Ovviamente su Pontifex Roma, tramite Bruno Volpe, negando l'evidenza, ritiene che il Papa abbia dato ragione a De Mattei. Povero Brunello, non riesce a darsi pace che non sia come dice lui e che il Sommo Ratzinger (non come quel mezzo apostata di Woityla) non sia concorde con lui.


Ah, è ovvio: quando Boffo fu accusato di essere un noto omosessuale dovette dimettersi dalla carica di direttore de L'Avvenire. E già, perché l'omosessualità è un turpe esibizionismo, come nel caso di Paola Concia.

Per entrambi propongo il gioco del silenzio per l'eternità.

2 commenti:

  1. Non sai come funziona? "L'omosessualità è turpe esibizionismo", i celati casi di pedofilia in seno alla Chiesa no, ci mancherebbe altro. Tutto pur di salvare l'immagine (ed il sedere).

    Se non ci si legge prima, serena Pasqua a te ed in famiglia! ;)

    Giancarlo

    RispondiElimina
  2. Non sai quanto hai ragione Maximilian. Auguroni anche a te e a tutti i tuoi cari.

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop