02 mag 2011

Giornata difficilissima, ieri, per Brunello e Carletto.

Tralasciando la new entry (chissà se la rivedremo) Arai Daniele che definisce un perfido conciliabolo il concilio Vaticano II; Brunello Volpe non va giù che la Chiesa abbia scelto la strada del Concilio Vaticano II. Woityla godeva di popolarità bassa qualità ed il regime comunista sarebbe presto imploso. Avvertite Berlusconi, allora: pensa ancora che ci sia. Ah: Gesù ha portato la guerra, non la pace. Io sapevo il contrario.

Rincara la dose Carlo Di Pietro con un articolo minestrone tipico di Pontifex. Letto tutto d'un fiato crea secchezza delle fauci e forse problemi psichiatrici. Insomma tutto un papiello per dire che Woityla ha messo su la fabbrica di santi, non ha detto no a nessuno, non è riuscito a far rendere conto che non esiste la reincarnazione e  forse anche il nonno di CDP potrebbe essere santo.

Brunello, in preda ad evidente stanchezza e provato dalla beatificazione di Woityla, pubblica anche due interviste in cui si dice che il Papa precedente sembra sempre migliore di quello attuale e, nell'altra, che San Pio V, lui si che era un grande papa: se avesse scritto l'erba del vicino è sempre la più verde cambiava poco.


p.s. dov'è l'elogio del vodoo in questo testo? Temo di non seguire tutti i passaggi. Forse ho letto troppi articoli di Pontifex e necessito di riposo fisico e mentale.

p.p.s. Cari Brunello e Carletto, ho fatto marameo al blocco che maldestramente avete provato ad oppormi e continuerò a raccontare delle vostre cosucce.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop