05 dic 2011

Come ridurre l'evasione fiscale in tre semplici mosse.

Niente galera, ma alcuni piccoli accorgimenti:
- Pagamento, la prima volta, di una somma tripla rispetto alla somma evasa: ad ogni ripetizione del reato, raddoppio della sanzione precedente.

Preparazione, da parte dell'agenzia delle entrate, di tutte le dichiarazioni delle tasse: ogni contribuente avrebbe un suo account (con Nome Cognome e Password) presso la citata Agenzia in modo tale da poter segnalare anche errori e chiedere chiarimenti. Nessuno avrà la tentazione di evadere.

- Inibizione perpetua dall'elettorato attivo e passivo degli evasori: in questo modo non solo non governano persone indegne, ma non possono essere determinanti. E quindi anche i governanti avranno tutto l'interesse a perseguirli per portare un benessere collettivo sapendo già di non perdere voti (perché tanto non votano).


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

6 commenti:

  1. Un modo per far pagare le tasse a tutti c'è.
    Via il denaro contante, solo pagamenti digitali, ogni trasazione è tassata subito. Fine dei giochi.

    RispondiElimina
  2. Quella di togliergli il diritto al voto è perfetta.
    Ma più che triplicare le sanzioni (se arriva equitalia cazzia i poveracci anche del 500%, i ricchi il 5% senza problemi, fai tu) io farei alcune altre cosette.
    Magari seguo il tuo esempio e ne scrivo sul mio blog

    RispondiElimina
  3. @ Anonimo: si è un buon sistema quello di togliere il denaro contante, ma da inserire gradualmente: cioè da subito un limite molto basso (ho sentito parlare di 300 euro e mi sembra giusto), e poi da qui a dieci anni programmare una costante riduzione a zero. Perché si rischia che la vecchietta 90enne di botto deve imparare a usare la carta di credito per far la spesa. Ma in prospettiva è l'optimum.

    @ Palle Quadre: leggerò con piacere le tue opinioni e le commenterò di sicuro. Sulla sanzione, ovviamente, parto dal presupposto che sia proporzionata a quanto evadi e che sia ugualmente proporzionale. Il poveraccio che evade mille euro ne pagherà tremila, e il riccastro che evade dieci milioni ne pagherà trenta.

    RispondiElimina
  4. Pippo il Pippo05 dic 2011, 14:22:00

    @Anonimo: Ancora con questa storia di togliere il denaro contante? I più grossi traffici illeciti NON avvengono più tramite contante, da parecchi anni! E in più le transazioni con carte varie richiedono una commissione; vorresti pagare tre euro un caffè? Svegliati!

    @Sandro: Applicare sanzioni agli evasori? Qui in Italia è pura utopia. Inibizione all'elettorato? Non l'hanno applicata neppure negli Stati Uniti d'America, dove esistono le sanzioni contro l'evasione fiscale.

    RispondiElimina
  5. Pippo, la storia ci insegna che tante cose sono state definite aprioristicamente utopie e poi si sono realizzate. Certo partire così rassegnati come tu mi sembri non giova. Tu, per esempio, cosa proponi?

    p.s. dove sta scritto che dobbiamo sempre vedere cosa fanno gli altri. Ogni tanto possiamo provare ad essere NOI d'esempio positivo?

    RispondiElimina
  6. Pippo il Pippo05 dic 2011, 16:34:00

    @Sandro: La vedo dura, semplicemente. A meno di non mettere in piedi una rivoluzione, ma chi andrebbe su, in un caso del genere, avrebbe la stessa testa di chi viene buttato giù. In un paese dove evadere le tasse è quasi un vanto, "tanto le pagano gli altri", queste proposte sanno davvero di utopico.

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop