21 mag 2012

Ballottaggi: segnali chiarissimi per il Partito Democratico.

LA REAZIONE DI FASSINO
QUANDO GLI HANNO DETTO
DEL MIO POST
Avevo già parlato giorni fa del Partito Democratico e dei risultati delle elezioni amministrative. I risultati del secondo turno parlano molto chiaro e confermano quello che pensavo.

Innanzitutto che la Lega Nord è allo sbando, persi il 100% dei ballottaggi, quindi una buona parte del centro destra è sfasciato. Anche il PDL è in crollo verticale. E l'UDC, insieme all'Api, si spartiscono le briciole.

Detto questo il Partito Democratico vuole accreditarsi come vincitore assoluto, ma non è proprio così: a Genova vince Marco Doria, esponente di SeL, che era riuscito a vincere le primarie di coalizione contro due esponenti del PD. Il quale quindi ha perso in partenza. Qualcosa di analogo avviene a Taranto, Monza e Piacenza: la coalizione vincente è PD+IdV+SeL.

A Palermo vince Leoluca Orlando, coalizione IdV-SeL contro Ferrandelli del PD, il quale, dopo aver battuto la candidata scelta da Bersani (che ha quindi riperso) da solo ha preso il 17% al primo turno, il 27% al ballottaggio. Senza contare che le buscarono anche con Rita Borsellino.

A Parma l'exploit del M5S adesso dovrebbe anche essere visto dalla cieca di Sorrento, figurarsi da Napolitano. E ovviamente a perdere è il Partito Democratico.

Adesso se i dirigenti del Partito Democratico non son del tutto idioti, ciechi politicamente, o suicidi (e la qual cosa ben potrebbe accadere), dovrebbero fare tre cose: la prima, azzerare la dirigenza e rinnovarla in toto, visto che le scelte di diversi candidati è stata bocciata alle primarie, la qual cosa è decisamente segno di costante incapacità politica. 

La seconda cosa da fare,dopo il parziale successo alle amministrative appena passate, è quella di allearsi, per le prossime politiche, con l'Italia dei Valori e Sinistra e Libertà e non con Casini. E' l'alleanza che ha dato maggior successo.

In ultimo dovrebbero adesso evitare di dimostrare che Beppe Grillo è peggio di loro ... ma solo che loro son migliori - eventualmente - di Grillo.

Ma sinceramente dubito che la dirigenza del Partito Democratico sia così intuitiva e sveglia da seguire questi consigli.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

4 commenti:

  1. Sandro Sandro, ma che consigli dai? Ecché, non lo sai che il PD e i suoi predecessori PDS-DS e Margherita-Asinello-Popolari-Supercazzolebrematurateconscappellamentoadestracomesefosseantani hanno costruito la loro esistenza sul concetto di menopeggio? Tutte le loro campagne elettorali si possono riassumere in questo modo: "vota per noi perché sennò fai vincere Berlusconi" (e puntualmente Berlusconi vinceva o prendeva comunque un fottio di voti). O se preferisci "o così o pomì".

    P.S. Amministrative, non politiche.
    P.P.S. Anche Gilioli oggi dice le tue stesse cose.

    RispondiElimina
  2. Difatti temo che presto Bersani o chi per lui farà la stessa cosa anche stavolta.

    p.s. Ho riscritto meglio il concetto, ti ringrazio di avermelo segnalato.

    p.p.s. La cosa è stata del tutto involontaria: pur leggendo spessissimo il blog di Gilioli, uno dei pochi ottimi giornalisti che abbiamo in Italia, oggi non ho avuto proprio il tempo di leggerlo. Averlo "copiato" involontariamente può solo farmi piacere.

    RispondiElimina
  3. Mi riferivo all'incipit, c'è scritto "Avevo già parlato giorni fa del Partito Democratico e dei risultati delle elezioni politiche." <-- qui dovresti correggere.

    Sì, so che segui Gilioli, lo seguo anche io, e devo dire che è uno dei pochi con cui mi sento molto in sintonia.

    RispondiElimina
  4. Grazie mille mi era totalmente sfuggito. Grazie.

    RispondiElimina

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop