29 mag 2012

Groupalia choc e sciacalli vari. Un bel defollow?

Io sono un'inguaribile ottimista, penso sempre che certe lezioni servano e penso sempre che chi ha a che fare con un pubblico vasto sia anche preparato a sapersi comportare di conseguenza.

Perché va bene la pubblicità, va bene l'ambizione di guadagnar bene, ma sinceramente non penso si possa andare oltre certi limiti di buon senso e di decenza.

Rimango sempre un po' spiazzato quando vedo certi approfittatori. 

Per esempio Groupalia prova a lucrare sul terremoto con un tweet a dir poco vomitevole. Con tanto di hastag (#). L'intenzione era proprio quella di farsi pubblicità.


Le scuse tardive sono solo un palliativo, un parziale rimeidio al guaio combinato.


E purtroppo non sono i soli




Anche in questo caso seguono le scuse
 

Ma in questo caso si dà la colpa ad un singolo dipendente. Senza nè nome nè cognome. In pratica sciacalli a loro insaputa. Minacciano provvedimenti. Ma a parte che a distanza di 3 ore ancora devono cancellare il tweet incriminato (dovrebbero prendere lezioni dalla Gelmini), a questo punto se veramente è come dicono dovrebbero intentare una causa per danni verso il dipendente che ha creato loro questo danno d'immagine pazzesco e farsi risarcire. Scommettiamo che non lo faranno?

Non ho molti altri commenti. Se volete, innanzitutto un bel defollow collettivo, in alternativa scrivete a Groupalia e a Brux Sport e fatevi sentire.

Tramite il Popolo Viola e Mazzetta.


p.s. dopo oltre 3 ore Brux Sport rimuove il tweet incriminato. Era anche ora.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop