15 giu 2012

Cassano e i gay: siamo sicuri che sia lui il problema?

Tutti a scandalizzarsi per le frasi di Antonio Cassano sui gay. In realtà quello che quasi tutti voi dovreste capire, è che la tendenza sessuale delle persone è qualcosa che riguarda la sfera personale. Il problema, quindi, non è quello che ha detto Cassano, ma il problema è che qualcuno gli abbia chiesto un'opinione sul tema, ben sapendo che il talento di Bari Vecchia non è un massimo esponente dell'Accademia della Crusca.



La questione, quindi, è che qualche giornalista abbia sentito la necessità ed avvertito l'utilità giornalistica di chiedere a Cassano un'opinione - della quale peraltro sinceramente me ne frega ben poco - su un tema personale e riservato. Il perché i giornalisti abbiano sentito questo prurito irrefrenabile è presto detto: sapevano perfettamente che la risposta a quella domanda sarebbe stata cliccatissima su You Tube e che su quella risposta avrebbero potuto chiosare per diversi giorni.


Questo perché, checché se ne dica, il giornalismo sportivo è a livelli qualitativi bassissimi. Le inchieste Moggiopoli/Calciopoli/Scommessopoli partono dalla magistratura, non dal giornalismo sportivo. Si salvano forse le radiocronache, ma dei telecronisti si salvano in pochi. Alcuni commentatori rimangono allucinanti per la loro banalità ed il 75% delle previsioni di calciomercato sono sbagliate. Peggio mi sento nel 99% delle interviste pre e post partita. Di una noia mortale. Mi rendo conto che in questo quadro, non posso aspettarmi domande di un certo livello, e, anzi, per rendere interessante quello che altrimenti sarebbe di una biblica rottura di palle, si arriva anche a questo.

Il problema, peraltro, non è nemmeno dei giornalisti. Non solo almeno. Il problema è di tutti coloro che hanno dato sfogo alla propria morbosa curiosità cercando tutto ciò che si potesse cercare relativamente alle frasi di Cassano sui gay. Perché se nessuno dei lettori/spettatori avesse dato peso alla cosa, o - meglio ancora - se in molti avessero protestato per la scadente qualità delle domande, probabilmente ci si sarebbe tolti il vizio.

Anche perché tra i tanti che si sono scandalizzati per le frasi di Cassano, per il fatto che li abbia chiamati froci e per il fatto che abbia detto che son problemi loro (che poi equivale a dire che son fatti loro), e tra i tanti che sono corsi a vedersi il video di Baracchini su RaiNews24 che fa coming out  con enorme naturalezza, ecco - tra i tanti - vorrei sapere quanti si scandalizzano per l'omofobia ben più becera di chi sostiene che i gay siano malati, o per Fioroni e la sua vasta area del PD contraria ai matrimoni gay, o comunque si battano attivamente affinché anche i gay, oltre a non essere pestati, offesi e discriminati, abbiano anche i riconoscimenti civili degni di un essere umano eterosessuale.

E, per quanto so che ne avrete voglia, non è il caso di chiederlo ad Antonio Cassano.


p.s. beninteso: meno ancora me ne frega di sapere dei fidanzati di Cecchi Paone che rilascia dichiarazioni di un certo tipo, sapendo di andare sui giornali e in tv.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop