31 gen 2013

Ingroia & Falcone .... due considerazioni generali.

Sulle recenti dichiarazioni di Ingroia - «un copione che si ripete così come accadde a Giovanni Falcone» - vorrei spendere solo due parole.

Ingroia - che peraltro gode della mia stima - non si paragona direttamente a Falcone, ma a scanso di equivoci vorrei evidenziare alcune sostanziali differenze tra costoro.

Quest'ultimo non ha mai richiesto voti, ma - seppur al ministero della Giustizia - svolgeva attività tecniche proprie di un magistrato.



Non ricordo che Falcone abbia partecipato a congressi di partito, ma semmai a talk show, ed al solo fine di rendere noti al grande pubblico i fenomeni mafiosi (fino agli anni Ottanta vigeva ancora la convinzione che la mafia non esistesse).

Gli attacchi e gli scippi subiti da Falcone erano cento volte superiori a quelli subiti da Ingroia. Nè mi risulta che Ingroia abbia subito attentati, nè è stato accusato di esserselo autoprocurato. Falcone è  stato anche accusato di aver insabbiato le carte dei processi nel rapporto con la politica; è stato accusato di fare il professionista dell’antimafia; è stato accusato di andare nei palazzi della politica.
Con tutta la stima per Ingroia, ma proprio no, non è come Giovanni Falcone. Nè forse intendeva paragonarsi.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop