23 apr 2014

Non basta una petizione, ci vuole un cambio di mentalità...

BELEN RODRIGUEZ
Premetto che non ho mai visto la trasmissione di Belen intitolata «Come mi vorrei». Ho di meglio da fare. Ma da quello che ho capito Belen seleziona volta per volta una dalle aspiranti partecipanti, la incontra, ne ispeziona il suo armadio e decide come intervenire per migliorarne l’aspetto. Alla fine la giovinotta dovrebbe piacersi.

E capisco anche perché la trasmissione non mi dice niente. Innanzitutto perché non me ne frega niente se una che è brutta come la morte non si piace e poi si piace. E poi potrei dirvi, ad esempio, che ci sono già stati e tuttora ci sono in giro format simili. O potrei anche associarmi a chi dice che la trasmissione è piena di stereotipi maschilisti.

E invece non faccio nulla di tutto ciò. Perché scopro che Camilla De Luca (ventenne padovana alias Camilla Bliss), per chiedere la chiusura del programma, lancia una petizione su Change.org, piattaforma che anche io peraltro ho utilizzato.

Per quanto è meritorio contestare la tv becera e volgare, altrimenti chiamata trash, sottolineo che la televisione è piena, purtroppo, di programmi e film diseducativi, stereotipati, violenti anche di più di «Come mi vorrei». E allora anche se la petizione raggiungesse il suo scopo, cambierebbe poco.

Se Camilla volesse provare a sensibilizzare il pubblico a scegliere con cura cosa vedere in tv e/o, meglio, a leggere un libro in più, me lo faccia sapere. Sarò il primo a darle spazio sul blog e ad aiutarla come posso. Per provare a cambiare non solo una trasmissione, ma una mentalità, spesse volte, diseducativa. Forse le conseguenze saranno migliori

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicherò tutti i commenti che non insultino me o altri, nemmeno se le persone che insultate mi stanno antipatiche.

Piuttosto se volete la mia eterna riconoscenza .... condividete, please.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop